Lazio, debutto amaro per Hoedt e Muriqi con la Samp

Sabato 17 Ottobre 2020 di Valerio Cassetta
foto ROSI

Sognava un esordio diverso, Wesley Hoedt. Il centrale olandese, tornato alla Lazio in estate dopo il trasferimento al Southampton nel 2017, non lascia il segno a Marassi contro la Sampdoria. I blucerchiati vincono 3-0 e mettono a nudo tutte le carenze difensive biancocelesti. In occasione del primo gol, segnato di testa da Quagliarella, Hoedt e Acerbi si perdono la marcatura dell’attaccante che non perdona. Nella ripresa la situazione non migliora e Simone Inzaghi richiama in panchina l’ex Az Alkmaar, che non ha ancora i 90 minuti nelle gambe. Al suo posto entra Vavro, non proprio la prima scelta del tecnico. Debutto amaro anche per Vedat Muriqi. L’attaccante ex Fenerbahçe viene chiamato in causa quando il risultato è ormai compromesso. I compagni non lo supportano a dovere, lui non arriva mai al tiro. Insomma, una serata da dimenticare con la speranza di riscattarsi al più presto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA