Inter, Juve e Chelsea: il mondo del calcio sostiene #BlackLivesMatter

Martedì 2 Giugno 2020

Dopo il Liverpool, anche il Chelsea si schiera nella lotta antirazzisti scatenata dall'uccisione avvenuta a Menneapolis di Floyd da parte di un poliziotto. Il club londimese della Premier League oggi hanno dato il loro sostengo al movimento Black Lives Matter, posando in ginocchio in una foto, durante una sessione di allenamento a Cobham. I blues si sono schierati a bortdo campo in modo da formare una H, che vuole "Humanits" ovvero "umano". Il portiere Kepa ha poi spiegato cpon un twett: "Basta, ne abbiamo abbastanza. Siamo tutti UMANI. Insieme siamo più forti. #BlackLivesMatter".

L'esempio del Chelsea è stato subito seguito anche dal Newcastle, che ha postato a sua volta una foto con i suoi calciator in ginocchio nel  erchio di centrocampo. Anche Paulo Dybala e altri calciatori della Juvenus hanno dato sostengo alla campagna, postando sul proprio profilo Instagram una foto completamente nera, accompagnata dagli hastag #BlackLivesMatter e #BlackOutTuesday.

Anche l'Inter ha usato il colore nero in un post, senza aggiunta di parole se non l'hashtag #blacklivesmatter: così Cristian Eriksen, Victor Moses, Antonio Candreva, Asamoah si esprimono sui social per chiedere giustizia
per George Floyd, I post dei giocatori nerazzurri si aggiungono a quelli di Lukaku e Young pubblicati ieri. Posto su Insdtagram anche di Balotelli (in ginocchio e con il pugno alzato) e del romanista Juan Jesus (in ginocchio nel salotto di casa).

Ultimo aggiornamento: 15:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani