I dubbi di De Rossi: l'addio al calcio è vicino, ma lui continua ad allenarsi

Mercoledì 10 Luglio 2019 di Gianluca Lengua
1
Quel forte istinto di mettersi gli scarpini e correre su un campo di calcio, fa a pugni con l’amore che ha Daniele De Rossi per la maglia della Roma, l’unica che ha indossato in 19 anni di carriera. Al solo pensiero che quei momenti magici passati assieme ai compagni siano finiti gli fa calare la tristezza nel cuore, soprattutto in questo periodo in cui tutte le squadre d’Italia e d’Europa hanno ripreso la stagione nei rispettivi ritiri. Vedere i colleghi in tv e non essere lì fa male, ed è per questo che Daniele vorrebbe tanto riprendere a giocare per un altro anno dopo il “no” rifilatogli dalla Roma. C’è stata la proposta della Fiorentina che De Rossi ha lasciato in sospeso, all’amico Pradè ha chiesto qualche giorno per riflettere e rendersi conto se l’ultimo anno da calciatore lo potrà giocare ancora ad alti livelli. I test quotidiani all’Acqua Acetosa stanno dando esiti positivi, ma poi entrare in un campo di Serie A è un’altra cosa. 

IPOTESI NAZIONALE
Ed è per questo che se da una parte è forte la voglia di giocare a pallone, dall’altra c’è la quasi consapevolezza che la storia da calciatore sia a un passo dalla fine. Daniele sta valutando seriamente di appendere gli scarpini al chiodo e accettare la proposta di Roberto Mancini che lo vorrebbe al suo fianco in Nazionale come vice-allenatore. Questa è l’unica ipotesi che sta facendo vacillare l’ex capitano anche perché gli permetterebbe di frequentare il corso per tecnici a Coverciano, prendere il patentino da allenatore e studiare i metodi d’allenamento in tutti i ritiri italiani ed europei per cominciare a fare esperienza. La decisione è imminente, a breve Daniele scioglierà le riserve su quello che sarà il suo futuro, in famiglia ne ha già parlato con la moglie e attrice Sarah Felberbaum che non sarebbe molto convinta di trasferirsi per un solo anno assieme ai due figli Noah e Olivia negli Stati Uniti o in Argentina (la primogenita Gaia resterebbe nella Capitale con la mamma Tamara). E anche lo stesso Daniele non è così certo di voler indossare una maglia differente da quella della Roma, “sporcando” la sua storia fatta di dedizione, fedeltà e amore per colori giallo e rosso.

LITE FONSECA
Il nuovo tecnico Fonseca lunedì ha cominciato il ritiro e Daniele ha potuto guardare solo poche immagini in tv, tra cui quella trasmessa della discussione tra il tecnico e il suo tattico Tiago Leal prima dell’allenamento pomeridiano. L’allenatore ha redarguito il suo assistente che ha provato a discolparsi, ma Fonseca non ha voluto sentire ragioni con il vice Campos che ha provato a distendere gli animi. Un episodio di campo come tanti altri, ma che sicuramente mancano all’ex capitano. Ultimo aggiornamento: 20:56


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’incubo di vivere per 34 ore sulla barella al pronto soccorso

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma