Giggs cacciato dal Galles dopo le accuse di violenza sessuale

Giggs cacciato dal Galles dopo le accuse di violenza sessuale
di Giuseppe Mustica
2 Minuti di Lettura
Venerdì 23 Aprile 2021, 18:32 - Ultimo aggiornamento: 18:36

È stato esonerato Ryan Giggs. L'ex stella del Manchester United e ormai ex selezionatore del Galles, paga a caro prezzo l'accusa di violenza sessuale - con arresto e rilascio su cauzione - che gli era stata mossa nello scorso mese di novembre. Le indagini non si sono mai fermate e adesso è arrivata la conferma del rinvio a giudizio. Una decisione che ha subito fatto muovere la federazione gallese, che ha deciso per l'allontanamento dalla panchina. «Alla luce di questa decisione possiamo confermare che Robert Page assumerà il ruolo di allenatore della nazionale maschile per l'Europeo» si legge nella nota. Il Galles, sarà impegnato a Roma contro l'Italia il prossimo 20 giugno nella terza giornata del gruppo A.

LE ACCUSE

Era stata Kate Greville, ex compagna, alcuni mesi fa, a muovere le accuse a Giggs. La donna si era rivolta alla polizia che aveva arrestato il gallese, rilasciato poi nella notte dopo un lungo interrogatorio nel distretto di Pendleton, nella città di Manchester. Il 47enne aveva pagato la cauzione ed era tornato a casa in attesa di capire l'evolversi della situazione. Precipitata nelle ultime ore, gli è costata l'esonero e l'addio agli Europei. Forse il male minore in questo momento.

Guarin (ex Inter) arrestato: rissa con i genitori, la polizia lo trova insanguinato

© RIPRODUZIONE RISERVATA