CORONAVIRUS

La Juve dà il via ai tagli: sì alla riduzione degli stipendi

Sabato 28 Marzo 2020 di Alberto Mauro
1

L’ufficialità è arrivata in serata, giocatori e allenatore della Juventus si tagliano gli stipendi con un beneficio di circa 90 milioni sull’esercizio 2019/2020. “Juventus Football Club comunica, in ragione dell’emergenza sanitaria globale attualmente in corso che sta impedendo lo svolgimento dell’attività sportiva, di aver raggiunto un’intesa con i calciatori e l’allenatore della Prima Squadra in merito ai loro compensi per la restante parte della corrente stagione sportiva - la nota ufficiale sul sito bianconero -. L’intesa prevede la riduzione dei compensi per un importo pari alle mensilità di marzo, aprile, maggio e giugno 2020. Nelle prossime settimane saranno perfezionati gli accordi individuali con i tesserati, come richiesto dalle normative vigenti. Gli effetti economici e finanziari derivanti dall’intesa raggiunta sono positivi per circa euro 90 milioni sull’esercizio 2019/2020. Qualora le competizioni sportive della stagione in corso riprendessero, la società e i tesserati negozieranno in buona fede eventuali integrazioni dei compensi sulla base della ripresa e dell’effettiva conclusione delle stesse. Juventus desidera ringraziare i calciatori e l’allenatore per il senso di responsabilità dimostrato in un frangente difficile per tutti”.

LEGGI ANCHE --> Stipendi sospesi, la serie A si rifugia in corner

Ultimo aggiornamento: 20:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani