Il sogno dell’Atalanta diventa realtà a Zagabria con la Dinamo

Il sogno dell’Atalanta diventa realtà a Zagabria con la Dinamo
di Salvatore Riggio
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 18 Settembre 2019, 09:30

Il sogno Champions dell’Atalanta diventerà realtà stasera in Croazia, teatro del debutto della squadra di Gian Piero Gasperini nella massima competizione continentale. Sarà la Dinamo Zagabria la prima avversaria. Inserita nel girone C con il Manchester City di Pep Guardiola e lo Shakhtar, l’Atalanta può anche ambire alla qualificazione agli ottavi. Un traguardo niente male per una squadra che era inserita in quarta fascia, ma che grazie all’aiuto della sorte ha saputo evitare i gironi più difficili. C’è chi, a Bergamo, lo percepisce come un segno del destino. Chi come un caso, ma sta di fatto che la Champions è il coronamento di una cavalcata iniziata già nella stagione 2016-2017 con il quarto posto e la partecipazione in Europa League (out ai sedicesimi). L’Atalanta ha tutto per fare bene. Ha il sostegno della sua gente (in 8mila erano presenti al raduno), ha San Siro come palcoscenico casalingo (15mila gli abbonamenti venduti per le tre gare europee a Milano), ha la bravura di un tecnico come Gasperini e ha una rosa che gioca a memoria, senza scomporsi nelle difficoltà. L’Atalanta è ormai una certezza del nostro calcio, capace di spaventare le grandi, di imporre il suo calcio. Adesso è alla prova dei grandi d’Europa. Con la voglia di fare bella figura, senza nessuna paura: «Possiamo dire che è arrivato il momento di vedere di cosa siamo capaci», dice Gasperini. «La nostra mentalità è cambiata da quando è arrivato il mister. Siamo sempre stati una società modello, ma non si andava mai oltre la salvezza. Ora siamo cresciuti, ma non vogliamo fermarci qui», l’analisi di Gomez. Stasera il sogno sarà realtà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA