Rugby, dal 1985 ad oggi:
ecco il cap per tutte le azzurre

Mercoledì 20 Novembre 2013 di Christian Marchetti
La nazionale di rugby
Una protesta su Facebook che nel suo piccolo rappresentò un autentico terremoto. “Perché loro sì e noi no?”, il messaggio diretto come un placcaggio. Ossia: perché esclusivamente i rugbysti rappresentanti del sesso “forte” devono avere la loro bella cerimonia di consegna dei cap, il berretto simbolo delle presenze in nazionale, e le ragazze, che hanno sudato e sofferto quanto loro, nulla? La protesta arrivò a poche ore da quella cerimonia, tenuta in pompa magna al Salone d'Onore del Coni prima del calcio d'inizio del glorioso Italia-Francia che lo scorso febbraio ha dato il La al più bel Sei Nazioni azzurro di sempre. Oltre 400 azzurri del passato si affiancarono a Parisse & C. sul prato durante gli inni: un evento che fece il giro del mondo.



Ebbene, la notizia è che sabato, alle 10, cinque ore prima del test match tra Italia e Argentina (tra maschi, precisiamo) previsto all'Olimpico, al Salone d'Onore del Coni le 161 ragazze (ragazze per sempre) che hanno vestito la maglia della Nazionale dal 1985 a oggi saranno premiate con il cap dal presidente federale Alfredo Gavazzi.



"Avevamo intenzione di organizzarla ben prima che scoppiasse la protesta. Ovvio che se l'avessimo realizzata in concomitanza con quella degli uomini l'evento avrebbe avuto assai meno visibilità”, precisa Maria Cristina Tonna. E bisogna crederle senza se e senza ma perché lei è l'anima del rugby femminile italiano. Da sempre, non solo da quando è coordinatrice del settore femminile della Federugby.



Giocava nel ruolo di numero 8 anche in quel mitico Italia-Francia del 1985 a Riccione, primo test match delle azzurre nella storia del nostro movimento. Un'impresa già al debutto.



“Per anni, durante il terzo tempo – continua Maria Cristina - abbiamo visto le giocatrici britanniche alla loro prima presenza ostentare quel simbolo. Le francesi vanno oltre, con un rituale tutto loro dal sapore goliardico: la “matricola” costretta a indossare orecchie da coniglio e deve saltare come tale quando le viene chiesto durante la cena. Ma una cerimonia come quella che abbiamo in mente noi non credo sia comune nel mondo".



Ci saranno tutte. O meglio: tutte, tranne la romana Carla Negri, costretta di recente a “passare la palla”. Ma si sa, come dicono i gallese, che il rugby è il gioco preferito in Paradiso.・



I caps della femminile



86 Michela TONDINELLI*; 67 Veronica SCHIAVON; 59 Giuliana CAMPANELLA; 58 Licia STEFAN; 57 Paola ZANGIROLAMI; 55 Silvia GAUDINO; 52 Sara BARATTIN; 51 Daniela GINI*, Silvia PIZZATI; 50 Elena BISETTO; 46 Elisa CUCCHIELLA; 44 Maria Cristina SANFILIPPO; 42 Flavia SEVERIN; 38 Adelina CORBANESE, Sara PETTINELLI*; 36 Lorena NAVE; 35 Manuela FURLAN, Valentina SCHIAVON; 33 Michela ESTE, Lucia GAI; 31 Elisa FACCHINI, Maria Cristina TONNA*, Maria Diletta VERONESE; 30 Sabrina MELIS; 28 Samantha BOTTER, Gioia BURATTO, Maria Grazia CIOFFI, Silvia PERON; 27 Giovanna BADO, Monica ZANETTI; 26 Marta BREDA; 25 Elena SARTORATO;

23 Paola AGOSTINELLI; 22 Bruna COLLODO, Antonella ROSSETTI, Sara ZANON, Cecilia ZUBLENA; 21 Lara FABBRI; 20 Caterina MASCHERA, Cristina MOLIC, Paola NACCA; 19 Alice TREVISAN; 18 Carla NEGRI*; 17 Erika MORRI; 16 Chiara CASTELLARIN, Mafalda PALLA, Gimena PANICHELLI, Chiara PEGUIRON*; 14 Martina BARBINI, Melissa BETTONI, Michela SILLARI; 13 Cristiana BONCILLI, Celeste CRISTOFANELLO, Marzia GHIRARDINI, Sedra TARTAGNI; 12 Enrica QUAGLIO, Elisa ROCHAS; 11 Debora BALLARINI, Federica BORTOLATO, Sofia STEFAN, Sara TRILLI; 10 Alessandra MESTRINER,

Germana RAPONI*; 9 Vanessa CHINDAMO, Maria Stella CIMINI, Lisa FRANCESCHIN, Manuela GRIGOLATO, Maria Chiara NESPOLI, Mansueta PALLA; 8 Valentina AVELLA*, Awa COULIBALY, Marta FERRARI, Cecilia PESCATORI*, Adriana SFERRAGATTA*, Eleonora VAGHI; 7 Magda GHIRARDINI, Greta PETESE, Monica TONELLA; 6 Gabriella APPIANI, Ilaria ARRIGHETTI, Anna BASILE*, Nadia BRANNON, Vania FABRIS, Alessandra IANNUCCI*, Leila PENNETTA*, Paola ROSSETTI, Claudia TEDESCHI*; 5 Martina BETTELLA, Alessandra CONESTABILE DELLA STAFFA, Valentina DAL BORGO, Maria Beatrice DENZA*, Barbara FRANCHIN, Annunziata LONGOBARDO, Anna MARIANI*, Elena RICAGNI*,

Roberta SEGANTINI; 4 Paola BERLATO, Anita NESPOLI, Sonia PACE, Marzia PASOTTI, Gloria PAVAN, Federica RENOSTO, Valentina RUZZA, Stefania SCALDAFERRO, Erika SERVI, Angela TAGLIAFERRI, Elisabetta TONIOLO; 3 Giulia BRATUSC, Monica BRUNO, Federica CARLET, Veronica CERADINI, Valentina CORRADI, Gaia COSTA, Francesca FALIVA*, Silvia LOLLI*, Simona LO RUSSO*, Diletta NICOLETTI, Samantha PAGLI, Alessia PANTAROTTO, Caterina PREVEDELLO, Sara SALA; 2 Enrica BERTOGLIO, Paola BOLCATO CASTELLANO, Simona CASTELLINI, Fulvia CORRO’, Loredana ESCANA, Elisa GIORDANO, Lorena MOSCON, Patrizia PERON, Anna PUSCEDDU, Francesca SCOMPARIN, Elena TESCOLA; 1 Teresa ABATE, Silvia ALARIO, Anna BARBANTI, Alessia BETTIN, Sara BLASI*, Susanna BOLEDI, Paola BRIGATO, Sara CADEDDU CASTELLATI, Isabella CAVINI, Sonia COLTRO, Patrizia COSTA PISANI*, Francesca CUCCHIELLA, Maria Teresa FREGOLA, Francesca GALLINA, Sonia LAI, Cinzia MEDESCECH, Roxana MICHELINI, Sara ORRU, Deborah PASSERINI*, Cecilia RIDOLFI, Sara SACERDOTE*, Flavia SFERRAGATTA*, Valentina VIRGILI, Natalie WAGSTAFF.



* atlete romane o del Lazio

(dall'annuario Rugby 2014 di Paolo Pacitti e Francesco Volpe)



Gli allenatori della nazionale provenienti del Lazio:

Roberto “Pippo” Esposito, Salvatore Gallo, Andrea Cococetta, Giampiero Granatelli Ultimo aggiornamento: 21:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

"La signora che non può mangiare la ricotta perché..."

di Pietro Piovani