Immensa Di Francisca, è campionessa d'Europa. Italia quattro volte sul podio

Martedì 18 Giugno 2019 di Gianluca Cordella
Elisa Di Francisca
Immensa. Aggettivo che da oggi è un po' sinonimo di Elisa Di Francisca. La campionessa azzurra del fioretto, 36 anni e una vita da mammatleta, vince a Dusseldorf il suo quinto titolo europeo all'interno di una giornata da incorniciare che ha visto l'Italia mettere al collo del propri atleti altre tre medaglie: il bronzo di Alice Volpi sempre nel fioretto femminile e, nella spada maschile, l'argento di Andrea Santarelli e l'altro bronzo di Enrico Garozzo.

Incredibile Elisa, che insegue i Giochi di Tokyo 2020 e il gran finale di una carriera pazzesca, e nel frattempo – da Olimpiade a Olimpiade – esorcizza la russa Inna Deriglazova che a Rio 2016 l'aveva battuta nella finale per l'oro. Un capolavoro quello della Di Francisca che, prima del 15-8 con cui ha regolato la russa, aveva battuto in semifinale anche la vicecampionessa del mondo, la francese Ysaora Thibus (mentre la Volpi si era arresa 15-11 alla Deriglazova). Esce agli ottavi di finale Arianna Errigo e il ko è destinato a gettare nuova benzina sul fuoco dello scontro tra la federazione e la fiorettista azzurra che in questi mesi ha lavorato con la doppia arma, inseguendo il sogno di qualificarsi per i Giochi giapponesi anche nella sciabola.

Poco prima gli azzurri avevano masticato amaro per la sconfitta nell'ultimo assalto di Andrea Santarelli contro l'israeliano Yuval Shalom Freilich, che vince il titolo rifilando un 15-9 allo spadista di Foligno copo il 15-12 con cui aveva battuto in semifinale Enrico Garozzo. Che, comunque, bissa la medaglia vinta ieri dal fratello Daniele, argento nel fioretto. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il marito della sindaca e la tv: «L’unico Matteo è nostro figlio»

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma