Baglioni riconfermato direttore artistico anche per il 2019

Giovedì 14 Giugno 2018 di Marco Molendini
Inevitabile, il Baglioni bis. E dopo una trattativa neppure lunga, pensando ai ritardi di un anno fa, arriva la fumata bianca. Il divo Claudio sarà di nuovo alla guida di Sanremo. Ha tentennato, ma alla fine ha vinto la lusinga di poter confermare il plebiscito di pubblico (inatteso) dell'edizione scorsa , conclusa con un esito che ha rilanciato alla grande il cantautore romano, che fra qualche mese sarà impegnato anche in un tour. E, proprio l'impegno live, è stato l'ostacolo maggiore, visto che fino a tutto novembre sarà impegnato in lungo e in largo per l'Italia. Ma Baglioni è anche un personaggio che ama scalare le montagne, le difficoltà lo eccitano e, allora, la sfida è stata accolta.

D'altra parte la Rai non poteva che ripartire da lui, si sapeva dalla conclusione dell'ultimo Festival. E il corteggiamento, che prevede anche un adeguata correzione al suo cachet, è partito da febbraio scorso, come ha raccontato il dg Rai, Mario Orfeo annunciando la firma sul contratto. Ora si tratta di capire come Claudio vorrà gestire il suo secondo Sanremo (e non è davvero escluso che sia l'ultimo): con quali partner (c'è chi ha avanzato l'ipotesi di una conferma della squadra con la Hunziker e Favino: ma avrebbe troppo l'aria della replica) e poi con quali cantanti e canzoni (cosa tutt'altro che semplice da far quadrare). Infine dovrà trovare un modo per rimettersi al centro dello spettacolo anche musicalmente, visto che l'esecusione delle sue canzoni sono state un piatto forte del successo ricevuto a febbraio scorso.
Ultimo aggiornamento: 17:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA