Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Tosca: «Io a Sanremo? Mi telefonò Amadeus, ma pensai a uno scherzo di Fiorello»

Tosca: «Io a Sanremo? Mi telefonò Amadeus, ma pensai a uno scherzo di Fiorello»
2 Minuti di Lettura
Sabato 8 Febbraio 2020, 01:32 - Ultimo aggiornamento: 01:36

Ha vinto la serata delle cover ed è tra le favorite per la vittoria finale. Tosca, però, non si sente tale e racconta come persino la chiamata al Festival di Sanremo sia arrivata in modo inatteso. ​«Il 3 gennaio ero a casa, stavo sul divano e sentivo il mio telefono vibrare. Mi sono preoccupata, ho pensato a mia madre, ho risposto ed era Amadeus. Mi ha detto: i big non sono 22 ma 24, e la ventitreesima sei tu. Ho pensato ad uno scherzo di Fiorello». L'arrangiamento «non era pronto, la cover non era pronta, ma come fanno gli artigiani abbiamo costruito tutto, tassello dopo tassello. Il teatro ti insegna tantissimo», dice Tosca.

Sanremo, tutti i baci della quarta serata: Fiorello e Ferro, Achille Lauro, Nannini e Coez

 

 

Nasce così "Ho amato tutto". Il brano che la cantante porta sul palco «è una semplice canzone d'amore - dice - non è una canzone da Sanremo, perché i brani sanremesi presuppongono inciso, acuto, ritornello... è una canzone classica. Sicuramente c'è tanta melodia». E sul resto del cast scelto da Amadeus per la 70ma edizione della kermesse, ha le idee chiare: «Variegatissimo, un cast alla Baudo, e io sono una baudiana». Tra i colleghi «amo Diodato, amo Levante, mi piace Rancore, e Irene (Grandi, ndr) è una delle mie più care amiche», rivela.


Sanremo, standing ovation per Vincenzo Mollica all'Ariston

Sulla sua vita privata nessun mistero. Tosca, 52 anni, romana di nascita, che il festival lo vinse nel 1996 con Ron - "Vorrei incontrarti fra cent'anni" - ne ha parlato recentemente in un post su Instagram:
«Leggo ovunque "non ha figli"... si, biologicamente purtroppo non ne ho avuti ma la vita mi ha regalato questo dono prezioso che si chiama Damiano. È il figlio del mio compagno. Quando ci siamo conosciuti aveva nove anni, ora ne ha 25... un uomo d'altri tempi, sensibile, educato, delicato attento e sempre pronto ad ascoltare tutto e tutti... sará un grande medico, sará un grande uomo, ed é anche un gran figo il che non guasta».

Musica, donne in minoranza ma vendono il doppio. Levante: «Divario inaccettabile»

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA