Una notte tutta da vivere con l’energia di Tama Sumo e The Advent

Giovedì 25 Ottobre 2018 di Marco Pasqua
Mai avrebbe immaginato di diventare una colonna della scena clubbing mondiale, soprattutto perché diventare una dj non era neanche il suo progetto di vita. Tama Sumo, infatti, nasce e si forma in una scuola di teatro e cinema, ferma restando la sua passione per la musica (che l’ha portata a raccogliere oltre 15mila dischi). Dopo il trasferimento dalla sua città natale, in Bavaria, a Berlino, sbarca alla consolle del Drama Bar, molto caro alla comunità gay. E mentre la techno dominava la notte, lei iniziò a farsi notare con la house. In poco tempo, colonizza le principali serate di Berlino, tanto da diventare resident al Berghain, al Panorama bar, al Dance Tunnel, tra una puntata e l’altra all’estero. «La cosa che mi affascina di più della musica – dice – è il fatto di poter trasmettere energia e divertimento al pubblico. Cerco sempre di far scorrere tutto in maniera naturale: mi piace spegnere il cervello e seguire la corrente».
Tama Sumo suonerà sabato 27 al Goa (via Libetta)

The Advent, ovvero Cisco Ferreira, nasce come ingegnere del suono: una professione che gli ha permesso di affinare la sottile arte che consente di trasformare le emozioni in frequenze. E’ nei club londinesi che frequenta dopo l’università dove sviluppa il suo amore per la techno e inizia a capire che direzione prendere. Nel suo percorso, ha un ruolo chiave Colin McBean: insieme a lui realizza tre album, che gli faranno girare il mondo. Oggi, nella sua Londra, è tornato a suonare da solo, anche se ama affiancarsi, occasionalmente, ad artisti in sintonia con il suo mood. 
The Advent suonerà venerdì 26 al Rashomon Club (via degli Argonauti)

(Per segnalare djset, a Roma: marco.pasqua@ilmessaggero.it) © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

M5S e Lega, il diverso approccio al governo delle cose

Colloquio di Alvaro Moretti e Simone Canettieri