Maker Faire 2018: "Fishing drone", pescare in alto mare restando comodamente seduti in spiaggia

Domenica 14 Ottobre 2018 di Paolo Travisi

Droni per tutti i gusti. Anche per gli amanti della pesca, che grazie a «fishing drone" potranno spingere la loro canna su distanze maggiori. E fino in alto mare. A Maker Faire 2018, due ingegnosi pescatori, col pallino per la costruzione fai-da-te, hanno realizzato un prototipo per raggiungere distanze superiori dalla spiaggia, attrezzando un drone con un'esca sganciabile dall'alto.
 


"Abbiamo inventato un meccanismo di sgancio che lancia l’esca artificiale in mare alla distanza che noi scegliamo, non raggiungibile da una normale canna da pesca” spiega Aurelio Talamo, uno dei due maker di fishing drone. La seconda utilità implementata sul drone pescatore, è una fotocamera collegata ad un monitor integrato nella consolle di comando che scandaglia l’attività ittica dove l'occhio umano non può arrivare, al fine di scegliere il punto più adatto per lo sgancio, “perché chi è pescatore, sa che nella zona dove l’acqua inizia a fermentare c’è grossa attività, e si hanno buone probabilità di trovare pesci di grandi dimensioni, come i tonni”. Il ricorso ad un drone pescatore, consente di estendere l’hobby di molti, a situazioni di pesca in alto mare, in cui servirebbero investimenti economici - non sempre possibili - come il possesso o il noleggio di una barca.

Ultimo aggiornamento: 16 Ottobre, 10:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma