Gatto imbalsamato diventa una borsa e va all'asta per 1400 dollari

Mercoledì 21 Settembre 2016 di Giacomo Perra
5
La borsa in vendita su Trade Me

Una borsa ricavata da un gatto imbalsamato: si trova anche questo tra i tantissimi articoli in vendita su Trade Me, il più grande sito d’aste della Nuova Zelanda. Creato dalla signora Claire Third, una tassidermista di Christchurch che ha raccontato di aver trovato l’animale morto sul ciglio di una strada, l’originale accessorio, “una borsa per la ragazza che ha tutto e vuole attirare l’attenzione ovunque vada”, come recita l’annuncio del portale, è disponibile a partire da un prezzo base di 1400 dollari. Per ora nessuno si è dimostrato interessato al suo acquisto ma per accaparrarsi il pezzo ci sarà tempo fino alle 20:30 di oggi, quando l’asta chiuderà i battenti.
 

 

 
Nel frattempo, ad affare non ancora concluso, sulla “povera” imbalsamatrice e sul sito neozelandese sono piovute addosso le critiche del mondo del web. C’è chi li accusa di cattivo gusto, chi di crudeltà e chi, ancora, gli imputa di non avere un briciolo di sensibilità.
 
A tutti loro, in una nota, Trade Me ha risposto di non aver infranto nessuna legge né, tantomeno, il proprio regolamento interno, che non vieta la vendita di oggetti creati da pelli di animali. Da par suo, invece, la signora Third si è difesa ricordando di aver proceduto all’imbalsamazione del gatto e alla sua trasformazione in borsa dopo aver cercato (invano) per mesi i suoi padroni. “Non immaginavo - ha raccontato sconsolata alla stampa neozelandese - di scatenare tutto questo putiferio”.
 
 
 
 
 

Ultimo aggiornamento: 15:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

E i topi brindano ai 100 giorni senza assessore all’ambiente

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma