INSTAGRAM

Serena Grandi, sfogo social contro l'ex: «Vuole farmi impazzire»

Lunedì 8 Luglio 2019
Serena Grandi (Instagram)

Un lungo sfogo social da parte di Serena Grandi nei confronti del suo ex. Serena aveva già fatto sapere di essere infastidita dalle pressione del suo ex, ma ora complice lo screenshot dello schermo del suo telefonino con numerose chiamate perse, ha utilizzo il suo account Instagram per far conoscere la situazione.

Francesco Totti, grave errore su Instagram: ecco il dettaglio con Ilary Blasi sfuggito a tutti


 
All’attrice arrivano continue chiamate: “Oggi ho deciso di tralasciare la mia educazione e il mio estremo senso di privacy – ha scritto sul social - perché sento la necessità di dover mostrarvi questo screenshot, uno dei tanti purtroppo. Da quando ho concluso la mia storia con quest’uomo, (poiché la sua vicinanza non ha fatto altro che ledere alla mia vita), questo è stato il risultato insieme ad altre cose cose squallide e prive di ogni ritegno. Pensare che ogni sera mi vedo costretta a dover spegnere il telefono poiché è un continuo di chiamate mirate probabilmente a farmi impazzire e a violare la mia intimità e quello delle mie mura. Io ho i miei affetti lontani, mio figlio a Milano, e trovo una violenza il dovermi privare di un mezzo che è adibito alla comunicazione, non all’ossessionare qualcuno poiché qualcuno non si rassegna”.

Il telefono però non è l’unico problema: “ Tralasciando Il fatto che questo “uomo” più di una volta ha cercato di entrare in casa mia, e quando mi sono rivolta alle forze dell’ordine mi è stato detto qualcosa che assomigliava a “ingaggi qualcuno per difenderla” ma in tono rivolto ad affidarmi alla malavita per tutelarmi, e la cosa la trovo di una tristezza infinita. Ma il tempo è galantuomo. Tralasciando che il fatto che la stessa persona, aveva clonato i miei dati icloud per rilevare la mia posizione e purtroppo per rubare dei miei contatti. So che purtroppo nel mondo ci sono cose molto peggiori, e che la legge interviene sempre quando e troppo tardi...ma cosa dobbiamo restare danneggiate o matte per avere un minimo di tutela si queste violenze di genere?”.

La sua è una richiesta d’aiuto: “Io perché ho sangue freddo, e sono una donna forte, ma ci sono donne che al mio posto veramente si demoliscono e questo perché? Io non ci sto più, e sono a chiedere a voi un consiglio, un suggerimento è vi chiedo supporto nel lottare verso chi un NO e un FINE non lo vuole capire. Chiedo aiuto a voi, non voglio più vivere nella paura che le mie parole non vengano ascoltate, e che le mie mura vengano violate...io sono nata libera è la mia libertà non la potrà arginare nessuno, se non quel qualcuno che dall’alto ci osserva. #stopallaviolenzasulledonne #violenzapsicologica #violenzadigenere”.

Ultimo aggiornamento: 16:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, mille guai e un miracolo: per Natale i turisti in aumento

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma