Pornhub lancia «Classic Nudes», il Louvre e gli Uffizi lo diffidano: «Usate nostre immagini senza permesso»

Pornhub lancia «Classic Nudes», il Louvre e gli Uffizzi di Firenze lo diffidano: «Non siamo stati interpellati»
4 Minuti di Lettura
Lunedì 19 Luglio 2021, 18:37 - Ultimo aggiornamento: 18:49

Pornhub, gli Uffizi di Firenze e il Louvre di Parigi. I colossi dell'arte mondiale sfidano a colpi di battaglia legale il più famoso sito hard del web. Dopo gli Uffizi di Firenze, anche il Louvre è pronto a diffidare Pornhub, il sito internet di video pornografici più cliccato al mondo, per l'iniziativa «Classic Nudes», un'audio guida ai "nudi classici" dell'arte erotica presente nei grandi musei internazionali, raccontata dalla pornostar Asa Akira. Secondo quanto risulta all'Adnkronos, il celebre museo di Parigi sarebbe rimasto sorpreso e spiazzato dall'iniziativa, affidando al proprio ufficio legale il compito di istruire una pratica, in quanto il Louvre non è mai stato interpellato nè ha mai concesso alcuna autorizzazione.

Pornhub, 30 donne fanno causa: «In rete video non autorizzati, violenze sessuali e traffico di essere umani»

Pornhub e Classic Nudes, altri musei potrebbero diffidare il sito

Altri importanti musei potrebbero seguire la stessa strada della diffida, poichè inseriti a loro insaputa nel sito porno, come ad esempio il Museo d'Orsay di Parigi, il Metropolitan Museum of Modern Art di New York, il Prado di Madrid e la National Gallery di Londra. Nel frattempo, la Galleria degli Uffizi, diretta da Eike Schmidt, va avanti nella formalizzazione della diffida all'indirizzo di MindGeek Holding, società lussemburghese proprietaria del sito di pornografia online Pornhub. Nessuno ha concesso autorizzazioni all'operazione - si spiega dal museo fiorentino - In Italia il codice dei beni culturali prevede che per usare a fini commerciali le immagini di un museo, opere comprese, è necessario il permesso dello stesso, che disciplina le modalità e fissa il relativo canone da pagare. Il tutto ovviamente qualora il museo conceda l'autorizzazione che, ad esempio, in questo caso difficilmente sarebbe stata rilasciata.

Uffizi, a Firenze arrivano gli alberi di Penone e all'Isola d'Elba sbarcano i segreti di Napoleone

«Perché il porno potrebbe non essere considerato arte, ma alcune opere d'arte possono sicuramente essere considerate porno». Con questo slogan Pornhub ha lanciato la prima audio guida ai «nudi classici» raccontati dalla pornostar Asa Akira. La piattaforma PornHub Classic Nudes visita i musei per esplorare gli aspetti porno delle loro collezioni di arte classica. E per far conoscere il nuovo strumento digitale, la campagna pubblicitaria è stata affidata a un'icona della pornografia internazionale: l'italo-ungherese Ilona Staller in arte Cicciolina, ex moglie di Jeff Koons, l'artista statunitense vivente Pop più caro del mondo.

Louvre, la prima donna nel tempio dell’arte: Laurence des Cars è la nuova direttrice

C'è anche Cicciolina

Per 'Classic Nudes' Cicciolina nel video promozionale posa con una tutina aderente color carne impersonando la «Venere» di Sandro Botticelli degli Uffizi. Le pornostar navigano tra la 'Venere di Urbinò di Tiziano, 'Il bagno turco' di Jean-Auguste-Dominique Ingres, 'La Maja desnuda' di Francisco Goya e 'L'origine del mondo di Gustave Courbet'? «C'è un tesoro di arte erotica in tutto il mondo, che ritrae nudi, orge e altro ancora, non disponibile su Pornhub: questa arte pre-Internet è custodita nei musei, ora finalmente riaperti con l'allentamento delle restrizioni anti Covid -, spiega la Pornhub Brand Ambassador Asa Akira - Quando le persone si recheranno al Louvre o al Met, possono semplicemente aprire Classic Nudes, e io sarò la loro guida. È ora di abbandonare quelle noiose audioguide e godersi ogni singola pennellata di questi capolavori erotici assieme a me».

© RIPRODUZIONE RISERVATA