Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Vaccino, l'infermiere americano: «Otto giorni dopo la dose sono risultato positivo al Covid»

Vaccino, l'infermiere americano: «Otto giorni dopo la dose sono risultato positivo al Covid»
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 30 Dicembre 2020, 13:07 - Ultimo aggiornamento: 1 Gennaio, 10:35

Un infermiere della California è risultato positivo al Covid otto giorni dopo aver ricevuto la vaccinazione. Il caso arriva dopo quello di un'infermiera spagnola, a cui è successa la stessa cosa. L'infermiere del pronto soccorso Matthew W., 45 anni, ha ricevuto il vaccino Pfizer il 18 dicembre, stando a un post da lui pubblicato su Instagram. «Ho il mio vaccino Covid! Vi farò sapere se comincio a far crescere un terzo braccio», ha scritto Matthew ironicamente. Ma la sera della vigilia di Natale, Matthew, che lavora in due diversi ospedali a San Diego, ha iniziato a sentirsi male dopo aver lavorato proprio nell'unità Covid. L'uomo ha poi scoperto che l'immunità contro il coronavirus arriva sette giorni dopo la seconda dose, che viene somministrata tre settimane dopo la prima: il che significa che c'è la possibilità che qualcuno che ha ricevuto il vaccino possa ancora contrarre il virus entro quel tempo. Tutti i pazienti, ormai è chiaro, necessitano di due dosi di vaccino per ottenere l'immunità.

Matthew ha detto alla ABC 10 News che ha avuto i brividi, poi dolori muscolari e affaticamento. Il 26 dicembre è andato in ospedale per fare il test per il virus ed è risultato positivo. E sebbene «sia sorprendente, il caso non è inaspettato», fanno sapere gli esperti di salute che hanno valutato la storia. Il dottor Christian Ramers, uno specialista in malattie infettive del Family Health Centers di San Diego, ha detto in tv: «Non è affatto inaspettato. Se analizzi i numeri la storia dei dosaggi, questo è esattamente quello che ci aspettiamo».

Covid, infermiera fa il vaccino in Spagna, ma 24 ore dopo si scopre positiva: in isolamento 70 persone

Covid, il carabiniere che ha portato il siero: «Ho rinunciato al Natale per dare il vaccino agli italiani»

Vaccino Covid, l'Europa inizia a vaccinarsi: dal premier Ceco alla donna di 101 anni in Germania

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA