Rugbysta 22enne sposa in sedia a rotelle la fidanzata e muore il giorno dopo: aveva un cancro

Venerdì 28 Giugno 2019
Rugbysta 22enne sposa in sedia a rotelle la fidanzata e muore il giorno dopo: aveva un cancro

È morto il giorno dopo aver sposato l'amore della sua vita in un'emozionante cerimonia nel giardino della sua casa di fronte ad amici e parenti. Navar Herbert era un papà di soli 22 anni, giocatore di una squadra di rugby in Nuova Zelanda. I suoi funerali si terranno nel giorno del primo compleanno del figlio. A Navar è stato diagnosticato un tumore al cervello nove mesi fa, poco dopo la nascita di suo figlio, e le sue condizioni si sono deteriorate rapidamente. Nonostante ciò, con la sua fidanzata, Maia Falwasser, hanno deciso di sposarsi probabilmente senza immaginare che l'evento si sarebbe celebrato a poche ore dalla sua morte.

Morta Loredana Simioli, aveva 41 anni: l'attrice raccontò in video la sua lotta contro il cancro

Nelle foto e nei video pubblicati sui social network dagli invitati appaiono immagini altamente commoventi. Navar, trasportato sulla sedia a rotelle dai suoi amici verso l'altare, per poi stringere la mano della sua sposa e dirle quanto la ama. Lei, asciugandosi le lacrime inarrestabili, si china per baciarlo e abbracciarlo. Il loro piccolo Kyrie indossava una camicia bianca e un papillon: il 2 luglio compirà 1 anno ma non ci sarà il suo papà a festeggiare con lui.

Nel corso della cerimonia gli amici hanno eseguito la tradizionale danza maori "haka" in onore di Navar. In un commovente tributo sulla pagina di GoFundMe, Maia Falwasser ha scritto: «Oggi il mio cuore è pesante e triste, ho perso il mio migliore amico, marito e padre del nostro figlio. Mi sento assolutamente inondata dall' AMORE degli amici e dei parenti; questo è un momento difficile, tuttavia trovo la mia forza e il mio rifugio nel sostegno di tutti».

LEGGI ANCHE «Se esco mi sposi?». L’ultimo sogno del sindaco eroe

Ultimo aggiornamento: 29 Giugno, 19:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Se il figlio non sta mai fermo la soluzione è tre sport in uno

di Mimmo Ferretti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma