Dal professor Luigi Chiariello il primo trattato di Chirurgia cardiaca in lingua italiana

Domenica 27 Novembre 2016
Ha operato, nel corso di una lunghissima carriera, anche papa Benedetto XVI e ora il professor Luigi Chiariello ha scritto l'unico trattato in lingua italiana sulla chirurgia cardiaca. Un'opera completa, il “Trattato di chirurgia cardiaca”, che testimonia l'alto livello di specializzazione raggiunto in Italia nell'affrontare queste patologie.

Ecco che cosa scrive nella prefazione il luminare texano Denton A. Cooley:  «Fin dall’avvento delle tecniche a cuore aperto negli anni 1950, la chirurgia cardiaca si è sviluppata fino ad abbracciare una ampia varietà di procedure - di legge nel sito www.chirurgia-cardiaca.it - consentendo ai chirurghi cardiaci di recuperare innumerevoli pazienti a vita normale e sana. Tradizionalmente, l’apprendimento chirurgico è affidato alla trasmissione della propria esperienza direttamente dal maestro all’allievo. Per quanto l’insegnamento uno-a-uno funzioni bene, esso tuttavia si limita a un piccolo numero di allievi. Nonostante ciò una crescente serie di eccellenti trattati, di strumenti multimediali e elettronici sta molto espandendo le possibilità di insegnamento chirurgico».

«Questa espansione è esemplificata dal Trattato di Chirurgia Cardiaca, il primo trattato del genere pubblicato in italiano. Il libro è scritto dal professor Luigi Chiariello, che io ho avuto l’onore di avere come mio allievo nel Dipartimento di Chirurgia Cardiovascolare al Texas Heart Institute (THI) negli anni 1972-1974.
Anche in una fase così precoce della sua carriera,  si rivelò una straordinaria promessa, non solo come chirurgo ma anche come ricercatore. Io ho sempre creduto che, in qualsiasi campo, alla base del successo vi sono le aspirazioni, la tenacia e il duro lavoro».  

«Ora, essendo giunto ai vertici della sua professione, Chiariello sta passando la fiaccola delle sue conoscenze ai suoi propri studenti e allievi. Questo tipo di trasmissione è uno degli obiettivi che io mi prefiggevo nel creare il THI, e nulla mi fa più piacere di vedere che l’eredità del THI si sta espandendo in tale maniera. Mi congratulo con Luigi e gli altri collaboratori per questo straordinario volume. Esso è una guida pratica e esaustiva al trattamento chirurgico di tutte le maggiori condizioni cardiache. Il libro è attrattivamente illustrato, è bene organizzato, e contiene molte figure, tabelle e una vasta bibliografia. Il libro, che ha anche link, video, e quiz predisposti proprio per gli studenti, è destinato a essere una importante risorsa per cardiochirurghi, cardiologi, studenti di medicina, ricercatori e operatori sanitari nel campo della chirurgia cardiaca». 


Dal 2015 il professor Chiariello è direttore del Centro Cuore della Mediterranea, a Napoli. Ultimo aggiornamento: 1 Dicembre, 12:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«In consiglio non veniamo», rifiuto al quadrato sui rifiuti

di Simone Canettieri