I campioni del ring scendono in campo contro l'abbandono dei cani

Martedì 28 Luglio 2020 di Marco Pasqua
1
​Un video dei campioni del ring contro l’abbandono dei cani​
Un gruppo di amici organizza le proprie vacanze estive e, soprattutto, pensa a come liberarsi dei rispettivi cani. «Domani dobbiamo prendere il traghetto per la Sardegna, dobbiamo disfarcene», dice al telefono l’autore del video, il maestro di boxe Alessandro Bologna, meglio noto con lo pseudonimo da Youtuber Franchino er Criminale. «Dai, devi abbandonarlo, voglio divertirmi», insiste, incontrando il pugile Fabio Mastromarino, che dovrebbe sbarazzarsi della sua dolce Ira. E poi, ancora, ecco Mattia Faraoni, campione di K1, con il suo fedelissimo Amstaff, il buon Pathos.

Conversazioni surreali - ma non troppo distanti dalla realtà -, nelle quali il gruppo pianifica la “liberazione” dai loro animali. In realtà, si tratta di un sogno, anzi, di un incubo di uno dei loro cani, che, a ridosso dell’estate, teme appunto di essere legato ad un palo. «Un incubo di cane», è il titolo del video al quale hanno aderito campioni che sono legati agli animali e che non vorrebbero mai vederli soffrire. «Loro non ci abbandoneranno mai, l’amore che ci regalano non ha eguali», dice Mastromarino. E, ancora: «Chi abbandona i cani è una persona senza anima». Con un avvertimento finale, tutto pugilistico: «Se vi vediamo che vi sbarazzate del vostro animale...». Siete avvisati.

marco.pasqua@ilmessaggero.it Ultimo aggiornamento: 10:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA