Prati, truffa dell'orologio: arrestato giovane esponente
di una famiglia nomade. Le donne erano le sue vittime

Friday 22 May 2020
Le sue vittime erano donne, che lui con fare gentile e ben vestito avvicinava: «Guardi, mi dispaice ma guidando mi ha rotto il mio prezioso orologio». E riusciva con i i suoi modi a mettere a segno ogni volta la truffa dell'orologio e a convincerle a risarcirlo di almeno 180 euro, accompagnando qualcuno addirittura allo sportello atm per effettuare il prelievo o in caso di mancato pagamento, chiedeva alle vittime di accompagnarlo in un negozio per riparare il proprio orologio. In seguito a uno svariato numero di denunce da parte di tante donne di diverse fasce d'età, gli agenti della squadra di Polizia giudiziaria del commissariato Prati, a seguito di una mirata attività investigativa, hanno messo fine al fenomeno delle truffe dell'orologio da parte di un 22enne. L'attenzione degli  investigatorisi è rivolta su alcuni malviventi che facevano parte di famiglie nomadi di origine campana, note per la commissione sistematica di reati contro il patrimonio. L'ipotesi investigativa ha ricevuto conferma anche dalle numerose individuazioni fotografiche eseguite sia dalle parti offese che dai testimoni, grazie alle quali è emerso con certezza chi fosse l'autore delle truffe. Il giovane ha tentato di discolparsi ma è stato denunciato all'Autorità giudiziaria. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani