Treni Lazio, le novità del piano industriale: dalla tratta Valle Aurelia-Vigna Clara ai nuovi collegamenti per Fiumicino

Treni Lazio, le novità del piano industriale: dalla tratta Valle Aurelia-Vigna Clara ai nuovi collegamenti per Fiumicino
di Giampiero Valenza
5 Minuti di Lettura
Martedì 17 Maggio 2022, 11:19 - Ultimo aggiornamento: 16:19

La chiusura dell'anello ferroviario, la definizione del nodo del Pigneto, il potenziamento di Tiburtina, il quadruplicamento della Capannelle-Ciampino e il raddoppiamento di diverse linee regionali. È questo quanto contenuto nel piano industriale 2022-2031 delle Ferrovie dello Stato che di fatto ridisegna le linee su ferro della Regione. In totale, per il solo Lazio si tratta di 16 miliardi di investimenti, di cui 4,5 per le infrastrutture ferroviarie.

FS Italiane, nel Piano Industriale 16 miliardi di investimenti per il Lazio

Zingaretti a Controcampo: «Sedici miliardi per far ripartire la mia Regione. Fondi alle imprese bus, treni, ciclabili: il Lazio cambia volto»

Tutti gli interventi previsti

Chiusura dell'anello ferroviario di Roma

Uno dei principali e più attesi interventi che porterà un'accessibilità diretta ai servizi ferroviari per alcuni municipi, una migliore integrazione della rete anche con l’interscambio a Tor di Quinto con la linea Roma-Viterbo gestita da Atac, nuove funzioni di interscambio con la fermata di Val d’Ala. L’imminente ripristino del collegamento Valle Aurelia–Vigna Clara rappresenta la conclusione di una prima fase dell’opera.

Treni più veloci e 40mila nuove assunzioni: il piano di Ferrovie dello Stato per la cura italiana del ferro

Il nodo del Pigneto

Il progetto prevede la realizzazione di un nodo di interscambio fra le linee regionali Orte-Roma - Fiumicino Aeroporto (Fl1), la Roma-Viterbo (Fl3), i servizi delle linee Fl4/Fl6 Castelli/Cassino e la linea C della metropolitana di Roma.

Potenziamento infrastrutturale Roma Tiburtina

Gli interventi, in fase di realizzazione, prevedono la richiusura dei binari 2 e 3 Est sulla linea “merci” Bivio/Pc Nuovo Salario – Roma Tiburtina. In questo modo, secondo Ferrovie dello Stato, si creeranno le condizioni infrastrutturali per il prolungamento dei servizi Fl2 da Roma Tiburtina a Val D’Ala, secondo quanto previsto nell’accordo quadro del trasporto pubblico locale con Regione Lazio.

Quadruplicamento Capannelle-Ciampino

L’opera prevede la realizzazione di una nuova coppia di binari di circa 5 chilometri fra Ciampino e Capannelle. Una coppia di binari sarà destinata ai treni della linea per Cassino, mentre l’altra verrà utilizzata dai treni per i Castelli. Questo porterà ad avere le condizioni infrastrutturali per un incremento della capacità.

Raddoppio Lunghezza-Guidonia

Gli interventi consistono nel raddoppio di circa 10 km della linea tra Lunghezza e Guidonia. Oltre all’intervento infrastrutturale è previsto l’upgrade tecnologico della linea. Sarà possibile prolungare il servizio metropolitano da Lunghezza a Guidonia con una frequenza di 15 minuti.Sono previsti inoltre interventi sulla viabilità, l’eliminazione dei passaggi a livello e la realizzazione di parcheggi di interscambio nella nuova stazione di Guidonia Collefiorito e a Bagni di Tivoli.

Raddoppio Cesano-Bracciano

Il raddoppio tra le stazioni di Cesano e Bracciano sarà fatto in parte in affiancamento al binario esistente e in parte in variante di tracciato per 16 km. L’intervento, che prevede l’eliminazione di tutti i passaggi a livello, consentirà di creare le condizioni infrastrutturali per un incremento dei servizi, ridurre i tempi di percorrenza e aumentare la regolarità della circolazione.

Raddoppio Campoleone-Aprilia

Il progetto prevede il raddoppio della tratta Campoleone–Aprilia di circa 6 km. Questo intervento porterà all’incremento della capacità della linea, della regolarità di esercizio, nonché il miglioramento dell’accessibilità al servizio da parte della clientela e la riduzione dei tempi di percorrenza.

Potenziamento Infrastrutturale Roma Tuscolana

Il progetto prevede interventi infrastrutturali per ridurre i colli di bottiglia in stazione e ad incrementare la capacità nella tratta Roma Tuscolana-Roma Tiburtina.

Potenziamento infrastrutturale del collegamento con l'aeroporto di Fiumicino

Il progetto prevede il quadruplicamento della linea tra Ponte Galeria e Fiumicino Aeroporto, con realizzazione dei collegamenti infrastrutturali tra la tratta Maccarese–Aurelia e la tratta Maccarese – Ponte Galeria, consentendo l’immissione sulla nuova linea quadruplicata. Inoltre, è previsto anche il il potenziamento della stazione di Fiumicino Aeroporto con la realizzazione di due nuovi binari e il rifacimento della copertura di stazione. Il collegamento da e per l'aeroporto sarà così ampliato.

Gli investimenti

Per quanto riguarda le infrastrutture stradali gli investimenti nel Lazio di Ferrovie dello Stato ammontano a 2,73 miliardi di euro. Gli interventi principali riguardano la Ss4 Salaria e l’adeguamento a 4 corsie dal km 36 al km 70, la Ss675 da Monte Romano est a Civitavecchia, il potenziamento degli svincoli del Gra e la variante di Formia.

Per il trasporto passeggeri gli investimenti totali sono pari a 1,3 miliardi di euro: si contano 72 treni di cui 65 rock, 12 a 5 casse e 53 a 6 casse, 3 bimodali, 4 complessi a 200Km/h, più 2 locomotive diesel. Saranno attivati nuovi servizi come il collegamento di Vigna Clara. Ferrovie dello Stato precisa come sarà fatto un consistente potenziamento dell’offerta in vista del Giubileo del 2025.

Per quanto riguarda il polo urbano sono previsti 95,3 milioni di investimenti per la valorizzazione di 2,2 milioni di metri quadrati. I principali progetti riguardano Roma Tiburtina, Roma Tuscolana, Roma Termini e Roma Trastevere. Le iniziative più importanti previste sono: il Concorso internazionale "C40 – Reinventing cities" (Appia Antica-Casal Rotondo), la nuova variante urbanistica di Civitavecchia, i progetti di rigenerazione urbana a Frosinone e i progetti di forestazione su aree dismesse.

© RIPRODUZIONE RISERVATA