Roma, attivisti per la casa occupano Regione Lazio tra urla e spintoni: aggredito un giornalista

Giovedì 11 Luglio 2019
1
Uomini e donne con bambini al seguito. Urla, spintoni. Un gruppo di facinorosi, rappresentanti dei movimenti per la casa, hanno occupato l'atrio della Regione Lazio. Hanno sfidato la sicurezza e saltato i tornelli, chiedono «il diritto alla casa, un salario garantito, un reddito di dignità», accusano la Regione di «volere staccare in uno dei loro stabili - quello in via Casal de Merode - Chiedono alla Regione, in particolare, che chiudano la campagna degli sgomberi». Un giornalista, che stava facendo alcune foto e prendendo appunti è stato aggredito e minacciato. Gli è stato tolto il telefono prontamente restituito dalla sicurezza. Ultimo aggiornamento: 13:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il marito della sindaca e la tv: «L’unico Matteo è nostro figlio»

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma