Race for the cure si sposta sui social: è maratona live web

Domenica 17 Maggio 2020 di Barbara Carbone
La pandemia ha fermato le race ma la lotta ai tumori del seno non si ferma. In occasione della 21ma edizione della Race for the Cure di Roma, che negli anni passati colorava di rosa le strade del centro con la simbolica corsa per la vita, quest'anno, il grande evento sociale, si sposta sui canali social di Komen Italia senza perdere la forza della sua missione.
Una grande maratona live che assume un significato in più: impedire che a correre siano solo i tumori del seno. La gara di solidarietà ha preso il via oggi con gli interventi del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte e del ministro della Salute, Roberto Speranza. Con loro anche il Presidente onorario della Komen Italia Aurelio de Laurentiis e l'Ambasciatore della Race di Roma, Carlo Verdone. Grazie alla ricerca, i tumori del seno, oggi, fanno meno paura. L' 80% dei casi, se scoperti all'esordio della malattia, sono guaribili o sempre più curabili ma, purtroppo, sono ancora troppe le donne che perdono la vita a causa del brutto male. Non bisogna abbassare la guardia.



«I tumori del seno continuano la loro insidiosa corsa anche durante la pandemia. Nei prossimi 12 mesi, oltre 2 milioni di donne nel mondo riceveranno questa diagnosi e più di 600.000 perderanno la loro vita per questa malattia  ha detto il Professor Riccardo Masetti, Direttore del Centro di Senologia della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS e Presidente della Komen Italia - non possiamo quindi distrarci o rassegnarci al distanziamento che il virus ha imposto anche nelle cure oncologiche e nelle normali strategie di prevenzione».
Alla corsa virtuale per la salute delle donne non mancheranno rappresentanti delle Istituzioni tra cui il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti e il sindaco di Roma Virginia Raggi. Lunga anche la lista degli amici che nel corso di 20 anni hanno sostenuto il progetto: dal presidente del Coni, Giovanni Malagò ad artisti come Albano, Francesco Gabbani, Gabriele Muccino, Lino Banfi e Ricky Tognazzi.  La staffetta live comincerà alle 9.00 con l'appuntamento Aspettando la Race per proseguire alle 15.00 con la Race Live in compagnia delle madrine Maria Grazia Cucinotta e Rosanna Banfi. Vicini alle donne in rosa anche alcuni giganti del palcoscenico. Da Rosario Fiorello che proprio ieri ha festeggiato 60 anni a Emma Marrone, Tiziano Ferro e Laura Pausini. Il messaggio è unanime: è necessario tenere alta l'attenzione sui tumori femminili continuando a donare.

IL CONTRIBUTO
In 20 anni, le race hanno dato un grande contributo alla lotta ai tumori del seno. Grazie alle 56 race organizzate in 7 città italiane e alla generosità di oltre 1 milione di iscritti, la Komen Italia ha potuto investire oltre 18 milioni di euro a sostegno della ricerca, della prevenzione e del miglioramento delle cure oncologiche. Il prossimo appuntamento con la race virtuale sarà a fine settembre quando la corsa coinvolgerà ben 20 paesi europei uniti dalla stessa causa. Insieme si può vincere. Ultimo aggiornamento: 20:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA