Metro a Roma, corsa a ostacoli: chiudono due stazioni per i lavori sulla linea A

Tre giorni di stop per Valle Aurelia, la prossima settimana Baldo degli Ubaldi off-limits da lunedì a sabato

Metro a Roma, chiudono due stazioni per i lavori sulla linea A
di Fabio Rossi
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 16 Marzo 2022, 22:28

Non c’è pace per la linea A della metropolitana, che sconta anni di mancata o carente manutenzione. In attesa del 15 giugno - quando il servizio sarà sospeso alle 21 per i successivi 18 mesi - si susseguono gli stop dovuti a interventi non più procrastinabili sulle infrastrutture. Da domani la stazione di Valle Aurelia sarà off-limits per tre giorni: verrà così a mancare una soluzione molto utilizzata dai pendolari, che possono usufruire anche della stazione dei treni Roma-Viterbo che si trova all’interno della stessa struttura. Poi, la prossima settimana, i cancelli resteranno chiusi da lunedì a sabato a Baldo degli Ubaldi. A causare l’interruzione del servizio passeggeri saranno i lavori per il rinnovo degli impianti elettrici. Tanti i disagi per le migliaia di persone che, ogni giorno, utilizzano queste due fermate per i propri spostamenti, per lavoro o altri motivi. Durante i lavori bisognerà armarsi di pazienza: nei giorni di chiusura della stazione Valle Aurelia, si potrà utilizzare come alternativa proprio la fermata di Baldo degli Ubaldi. Inoltre sarà attivata la navetta bus MA14 Cipro-Valle Aurelia. Alla fermata Cipro il capolinea della MA14 sarà sul piazzale della stazione, mentre a Valle Aurelia le fermate saranno in via Angelo Emo, di fronte all’ingresso della stazione. Per chi utilizza Valle Aurelia arrivando dalla ferrovia Roma-Viterbo viene consigliato di ricorrere in questi giorni alla stazione ferroviaria di Ostiense. Quando a chiudere sarà Baldo degli Ubaldi, viceversa, l’alternativa sarà la stazione Valle Aurelia. Tra le due fermate sono attive anche le linee bus 490 e 892.

I precedenti

A far perdere la pazienza agli utenti del trasporto pubblico è però la ricorrenza degli stop sulla metropolitana, e in particolare sulla linea A. Baldo degli Ubaldi era rimasta chiusa 80 giorni, dal 18 ottobre 2019 al 9 gennaio 2020, per la revisione ventennale di scale mobili e ascensori. Ma tutto il percorso da Battistini ad Anagnina è una continua corsa a ostacoli. A partire proprio dall’incredibile serie di incidenti e guasti che hanno colpito le scale mobili di queste stazioni: negli ultimi anni, per questo motivo, sono state chiuse per molti mesi le centralissime stazioni Repubblica, Barberini e Spagna, consecutive tra loro, paralizzando il trasporto pubblico in una zona nevralgica della Capitale. I cancelli di piazza della Repubblica, in particolare, restarono chiusi per otto mesi, tra la fine del 2018 e la metà del 2019, a causa del cedimento di un altro impianto, che aveva causato diversi feriti tra i tifosi russi del Cska Mosca, arrivati a Roma per assistere alla gara di Champions League con la squadra giallorossa.

I problemi

Andando verso l’estate, poi i problemi si moltiplicheranno. Da giugno, come detto, la linea chiuderà alle 21 nei giorni feriali, per un anno e mezzo, mentre nei fine settimana seguirà il normale orario di chiusura all’una e mezza. Per quanto riguarda la metro B, invece, le chiusure serali anticipate alle ore 21 sono in programma da martedì 19 aprile a lunedì 6 giugno, e avverranno lungo la tratta compresa tra Laurentina e Castro Pretorio, anche a causa di lavori in programma alla stazione Colosseo. Se non bastasse ancora, da giugno e per sei mesi non circolerà il tram 8 - per rifare i binari - da piazza Venezia al Casaletto: sarà sostituito da bus navetta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA