Ferragosto a Roma tra musei, piscine, curiosità e mini-vacanze. Tutto quello che si può fare

Ferragosto in città: tra musei, piscine, curiosità e mini-vacanze. Tutto quello che si può fare
di Laura Larcan
6 Minuti di Lettura
Sabato 14 Agosto 2021, 10:45

Tutto quello che potete fare a Ferragosto, restando in città. Il sogno delle vacanze da lunghi viaggi resta, per carità. Ma se le ferie devono ancora aspettare, ecco qualche dritta per il fine settimana di mezza estate. A Roma c’è tutto il miraggio di riscoprire la Capitale e i suoi dintorni. Prima annotazione da mettere in agenda, nel fine settimana di festa, dal 14 al 15 agosto, musei, gallerie, mostre e parchi archeologici resteranno aperti secondo gli orari ordinari, ma con qualche eccezione per alcuni siti che accolgono i visitatori anche dopo il tramonto. La cultura, insomma, non chiude per ferie. Green pass e documento a portata di mano, ricordatevi la prenotazione online obbligatoria per i grandi siti, e l’ingresso è assicurato. Dalla Galleria Borghese a Palazzo Barberini, dalle Terme di Caracalla alla Villa di Livia sulla via Flaminia. Dal Museo Nazionale Romano a Castel Sant'Angelo e al Maxxi. 

LE PARTICOLARITA'

Tra le particolarità da scoprire domenica di Ferragosto, anche l’area archeologica del Circo Massimo per la visita all’insegna dell’esperienza della realtà virtuale, il percorso dei Fori Imperiali, il Mausoleo di Augusto, la Domus Aurea (forse il posto più fresco di tutto il Centro storico). Qualche exploit, sabato 14 agosto, la “Luna sul Colosseo”, l’apertura serale dell’Anfiteatro Flavio con visite guidate. Porte aperte in notturna anche nella tiburtina Villa d’Este, sabato, fino a mezzanotte, per tuffarsi, è proprio il caso di dirlo, nelle meraviglie del Rinascimento.

Roma, il prefetto Piantedosi: «Rigore sul Green pass, i ristoratori collaborino»

Uno dei luoghi più curiosi e speciali per il pomeriggio di Ferragosto è anche la cava romana dell’Appia Antica, un chilometro e mezzo di gallerie, catacombe e antichi accessi, in un contesto naturalistico straordinario. Accompagnate dalle guide esperte di Sotterranei di Roma ci si ritroverà nel cuore della collina dove migliaia di schiavi, scavarono ininterrottamente nel cuore della città per estrarre il materiale da costruzione, la pozzolana (3473811874, Via della Caffarella 44). Sabato sera, invece, il Museo Etrusco di Villa Giulia apre i cancelli del suo Temporary Garden per una maratona jazz da Miles Davis a Charlie Parker fino alle contaminazioni elettroniche. Occhio agli orari. Musei Vaticani e le Ville Pontificie di Castel Gandolfo, pr esempio, sono visitabili sempre tranne il 15 e il 16 agosto. 

LE GITE NEI DINTORNI

Fuoriporta, val la pena mettere in agenda Palazzo Doria Pamphilj a San Martino al cimino, che domenica 15 agosto si anima di un’autentica festa: il pomeriggio, visite animate con compagnia teatrale dei suoi luoghi più segreti, mentre la sera tutti in terrazza per l’osservazione astronomica con potenti telescopi. Sabato 14 agosto, una chicca dei Castelli Romani, come il trekking dei Sotterranei di Roma lungo l’antico sentiero medioevale che da Genzano conduceva i viandanti fino a Nemi, per esplorare le sorgenti sotterranee che un tempo alimentavano il lago. Tra panorami e degustazioni, fragoline e fraschette, apre il Santuario di Diana Nemorense e il Museo delle Navi Romane.

PISCINE E PARCHI A TEMA

Per chi cerca un po' di refrigerio dalla canicola romana, c'è la soluzione delle piscine aperte in città. Per la festa di agosto ecco qualche indirizzo (consigliata la prenotazione durante il fine settimana festivo, e sempre certificato verde pronto). Dal Club Piscina delle Rose all’Eur (a due passi dal laghetto), costruita addirittura per le Olimpiadi del ‘60 a Roma, tanto per rimanere in tema, oasi per nuotare immersi in un’area verde, all’Aquaniene, struttura altamente professionale, punto di riferimento, aperto al pubblico, per chi ama lo sport. Dallo Sporting Club Ostiense, all’Appia Country che offre un’oasi acquatica per rilassarsi nel contesto naturale del Parco dell’Appia Antica, passando per il Salaria Sport Village all’interno del noto centro sportivo di fronte a Settebagni. E ancora, dal Domar Sporting Club sulla via Portuense con tanto di percorso benessere, all’Italiana Fitness Parco Kolbe in via Tiburtina.

Ancora giochi d’acqua nei parchi divertimento a tema che non chiudono certo per ferie. Anzi. L’offerta acquatica è il leitmotiv, da Cinecittà World che vanta la sua ormai iconica cine-piscina per gustarsi film e concerti immersi nell’acqua, ma anche gli spettacoli del Festival dei Fuochi d’artificio, a MagicLand di Valmontone che, tra l’altro, da venerdì a domenica, offrirà tamponi gratuiti per coloro che, sprovvisti di Green Pass, volessero entrare al Parco. E nel fine settimana festivo resta aperto anche l’Outlet. Ancora divertimento fresco nello Zoomarine di Torvaianica e al romano LuneurPark.

LE PASSEGGIATE

Qualche idea fresca da mettere in agenda fuoriporta? Il Parco naturalistico e archeologico di Vulci nella Tuscia è un’oasi di bellezza (non foss’altro che è stato scelto dal pianista Ludovico Einaudi per portare il suo speciale concerto immerso nella natura). Dalle passeggiate a cavallo, alle eco-bike, al trekking nel laghetto del Pelicone con vista sulla Badia (con tesori etruschi in mostra), Vulci regala uno speciale viaggio nel tempo. E dopo una giornata di mare sul litorale, il Borgo di Ostia Antica val sempre una visita. Tra 14 e 15 agosto entra nel vivo la rassegna di arte urbana e circo contemporaneo, con un gran finale domenica tra danza e teatro, con un omaggio a Pablo Picasso.

LE MINI-FUGHE PER IL WEEKEND

Una boccata d’ossigeno per chi resta in città. Ecco qualche meta nel Lazio, non lontano da Roma, per mini-fughe di mezza estate. Luoghi insoliti, fuori dai flussi di massa, per godersi quella giusta sana dose di relax e sapori. C’è Acquapendente, speciale approdo lungo la Via Francigena, gioiello di devozione e spiritualità, di boschi da fiaba, di acque limpide, di ricca biodiversità. Magari si può pernottare anche in un antico ostello (Il Casale Podernovo), e godersi da oggi a domenica spettacoli in piazza (gratuiti), e speciali gite guidate, tra i suoni della natura, il museo dei fiori, il torrente Subissone. Ancora Tuscia, terra etrusca, con Tuscania, borgo incantato, considerato la Provenza del Lazio per i suoi campi di lavanda. Si può scegliere un soggiorno ultra-chic nella casa sugli alberi della Piantata o magari, alle porte di Viterbo, nel Podere dell’Arco, ed esplorare domani e domenica con tour guidati le basiliche romaniche di San Pietro e Santa Maria Maggiore set naturali di molti film. Castel San Pietro Romano, appena nomina il borgo più bello del Lazio con il concorso promosso dalla Regione. Una miniatura, ma con un panorama gigantesco. Qui, la Valle delle Cannuccete, con il suo monumento naturale di cascate, vale tutta la gita. Ancora benessere acquatico a Posta Fibreno con il suo lago e le tante attività che si possono fare, tra Sup e canoa (e soggiornare tra B&B e cottage con vista sul lago). Infine, Castelnuovo di Farfa, un cuore medievale nel reatino, che pulsa di natura, cultura ed enogastronomia. Imperdibile, qui, il suggestivo Museo dell’olio della Sabina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA