Roma, doveva testimoniare contro di loro: accoltellato all'Olgiata. Arrestati i due aggressori

Giovedì 13 Febbraio 2020
L'arresto dei due ragazzi
Quella sera avevano organizzato una spedizione punitiva in piena regola: dovevano farla pagare a quel ragazzo che aveva testimoniato contro di loro. Ora i due autori della vendetta sono stati arrestati, due giovani di 19 e 26 anni, per tentato omicidio e portati a Regina Coeli a disposizione dell’Autorità giudiziaria. Era l’11 febbraio 2020 un cittadino libico di 19 anni viene accoltellato al collo all’esterno di un bar della zona Olgiata. Scattarono le ricerche: erano stati due ragazzi della zona. A  scatenare il folle gesto ci sarebbe stata l’intenzione di far pagare alla vittima le dichiarazioni rese, quale testimone, per un precedente reato, organizzando una vera e propria spedizione punitiva. Il ragazza venne colpito a calci e pugni fino al colpo al collo. Un solo centimetro e non ci sarebbe stato nulla da fare per il ragazzo libico, trasportato d’urgenza al Policlinico Gemelli dove tuttora si trova sotto stretta osservazione. Il personale della Polizia di Stato del Commissariato Flaminio è intervenuto sul posto per i primi accertamenti e, subito, sono partite le ricerche dei due autori. Grazie alla completa e fattiva sinergia instaurata con i Carabinieri della Compagnia Roma- Cassia è stato possibile, dopo l’intera notte di ricerche, sorprendere i responsabili, in due distinte abitazioni, poco lontane dal luogo del reato. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Traffico e sveglie all’alba: cosa non ci manca dell’uscire di casa

di Veronica Cursi