Roma, vendeva acqua congelata ai turisti: denunciato un bengalese

Oltre ventimila bottigliette d'acqua vengono sequestrate ogni mese dalla polizia locale, circa cento solo nella giornata di ieri. Queste ultime, completamente congelate, sono state scoperte in un minimarket nei pressi del Vaticano, in pieno Centro storico, dagli agenti del Reparto Pics (Pronto Intervento Centro Storico).

La bassa temperatura, in cui venivano conservate le bottigliette determinava un'alterazione del prodotto nelle sue caratteristiche naturali. Per tale ragione, il titolare dell'attività, un cittadino bengalese è stato denunciato con l'accusa di frode in commercio. La merce sarà conferita all'Ama per le procedure di riciclo della plastica. 
Martedì 11 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 18:19

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2018-09-12 17:01:22
La colpa è di chi se la compra
2018-09-12 09:43:49
Perchè non si parla di tutte le malattie provenienti dall'Africa compreso il vaiolo delle scimmie per non parlare dell tubercolosi oramai diffusissima in italia?
2018-09-12 09:09:09
Sono centinaia di i cittadini bengalesi a Roma, pochissimi, lavorano presso la ristorazione e il 90% venditori ambulanti abusivi. Questi minimarket impiantati nei punti vitali della città tipo Vaticano e centro storico (tridente) che pagano affitti di migliaia di euro, sono i titolari di queste attività che reggono il gioco per l'approviginamento delle bottigliette di acqua marche sconosciute congelate e venduto in strada ai turisti assetati per la somma anche di 3 uro per mezzo litro, oltre ad essere state deteriorate delle caratteristiche originarie, così con l'ombrelli appana atterrano 2 gocce di pioggia sul suolo cittadino, ecco il venditore che prima vendeva acqua vende l'ombrelli. Petulanti con girandoline, rose, acqua, fular, fotografie a fontana di trevi. Sfruttati dai titolai di queste attività di minimarket, così con gli appartamenti. Un loro concittadino affitta un appartamento per 2000 euro fa vedere che è un nucleo famigliare di 4 persone, con permessi in regola, poi arredano con 15/20 letti a castello e affittano ai loro connazionali un posto letto per 400 euro al mese. Fate presto a fare i conti della serva.... E loro (i titolari) non ci abitano. Poi parlano di razzismo degli Italiani, quando sono tra di loro gli sfruttatori. Lo sanno tutti, e i RIMEDI?
2018-09-11 21:39:29
Io Non sapevo che si alteravano le caratteristiche. Buono a sapersi.
2018-09-11 20:32:11
perchè non rimpatriarli sti pezzenti? Vengono tutti quì a vendere abusivamente, imbrogliare, evadere... controllate e chiudete anche kebabberie e simili, più volte sono state riscontrate carenze di igiene paurose
5
  • 7
QUICKMAP