Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Roma, M5S: «Lorenzin attacca Raggi ma la sanità è regionale»

Roma, M5S: «Lorenzin attacca Raggi ma la sanità è regionale»
2 Minuti di Lettura
Domenica 1 Ottobre 2017, 14:52

Roma «è l’unica tra le 28 Capitali dell’Ue che ha peggiorato i suoi indicatori di salute negli ultimi anni», aveva detto ieri il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. Non tarda ad arrivare la risposta dal gruppo M5S Roma: «In Italia 12 persone su 100 rinunciano alle cure ma stavolta l’improbabile ministro Lorenzin non si è proprio tenuta - scrivono in un post - Pur di attaccare Virginia Raggi le sta scaricando le responsabilità del calo degli indicatori di salute di Roma. Al di là del fatto che la sanità è di competenza regionale, come un ministro dovrebbe sapere, ha dimenticato di dire che i dati (ma li avrà mai letti?) sono riferiti al periodo 2005-2013. Cioè alle amministrazioni centrodestra e centrosinistra». 

«Ricordiamo infatti a Lorenzin che Virginia Raggi ha iniziato il suo mandato a luglio 2016 ma pur di dire che è #tuttacolpadellaRaggi, il governo non si ferma neanche davanti all’evidenza dei numeri - aggiungono - D’altronde: è #tuttacolpadellaRaggi. Forse una cosa positiva in tutto questo c’è: tutti abbiamo scoperto che esiste l’Oref. Prima nessuno lo conosceva o lo aveva minimamente sentito nominare (eppure Roma ha ereditato solo 13 miliardi di debiti) - prosegue il post - Che importa se per decenni i partiti hanno fatto cassa mangiandosi i soldi dei romani. Roma ha un Piano rifiuti che non ha mai avuto. Atac ha iniziato un percorso di risanamento mai fatto prima. Decine di chilometri di strade sono state riparate. Forse è tutta colpa della Raggi! Ora se le cose si fanno con appalti regolari e nella legalità. Qualsiasi cosa accada: è tutta colpa della Raggi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA