Rabbia e tensione nel Cara di Castelnuovo, bloccata via Tiberina. Tre immigrati fermati

Rabbia e tensione nel Cara di Castelnuovo, bloccata via Tiberina. Tre immigrati fermati
2 Minuti di Lettura
Martedì 10 Giugno 2014, 11:33 - Ultimo aggiornamento: 12:32
Protesta degli immigrati del Centro accoglienza richiedenti asilo (Cara) di Castelnuovo di Porto, vicino Roma, che stamattina hanno bloccato per circa due ore la via Tiberina.



Sul posto sono intervenuti polizia e carabinieri. A scendere in strada sono stati circa 150 immigrati per lamentare le condizioni in cui vivono nel centro di accoglienza Secondo quanto si è appreso, i manifestanti hanno esposto alcuni cartelli con su scritto «Trattateci come esseri umani» e qualcuno si è anche sdraiato per terra.



Non sono mancati momenti di tensione tra le forze dell'ordine e i migranti del Cara. Secondo quanto si è appreso, c'è stata anche una carica di alleggerimento da parte delle forze dell'ordine per liberare la strada e far rientrare i migranti all'interno del centro. Tre al momento sono stati fermati.



Il traffico lungo la via Tiberina è rimasto bloccato per circa due ore, tra le 7 e le 9, ora di punta per il traffico dei pendolari che si recano nella Capitale, e al momento polizia e carabinieri si trovano ancora fuori dal Cara, mentre tutti i manifestanti sono rientrati. Un carabiniere, durante la carica di alleggerimento, è rimasto lievemente contuso a una gamba, senza però entrare in contatto - è stato precisato dalle forze dell'ordine -con i migranti che protestavano. Al momento non risultano feriti tra gli immigrati.
© RIPRODUZIONE RISERVATA