Sit-in alla stazione della Uil
sulla situazione del trasporto
pubblico in provincia di Rieti

Sit-in alla stazione della Uil sulla situazione del trasporto pubblico in provincia di Rieti
2 Minuti di Lettura
Giovedì 21 Aprile 2016, 19:52

RIETI - Domani mattina, a partire dalle ore 6, i sindacalisti della Uil effettueranno un sit-in di protesta presso lo scalo Cotral in piazzale della stazione ferroviaria a Rieti. La manifestazione e il volantinaggio che ne seguirà nasce dopo che sabato scorso il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti si è fatto fotografare ed intervistare mentre consegnava sorridente treni nuovi e bus praticamente in tutte le province del Lazio.

«Pullman e locomotori veloci "Vivalto" e "Jazz" sono stati immessi nelle tratte Roma-Latina, Roma-Ostia, Roma-Frosinone, Roma-Frascati-Velletri, Roma-Guidonia-Tivoli, Roma-Civitavecchia-Tarquinia, Roma-Viterbo. Mezzi nuovi, puliti e veloci in tutta la regione tranne che a Rieti», punta l'indice la Uil

«I pendolari reatini non possono più sopportare questa umiliazione. Noi viaggiamo - si legge nel volantino che presente il sit-in - su macchine rotte e che perdono pezzi per  la Salaria. E i treni? Prima hanno detto che dovevano ammodernare i ponti e i binari (cosa che è stata fatta da quasi 2 anni) e i locomotori veloci dove sono finiti? Quando i reatini potranno avere 4 corse dirette al mattino e quattro di ritorno il pomeriggio-sera  sulla Rieti-Terni-Orte-Roma?  - dice Alberto Paolucci, segretario della Uil provinciale - Perchè veniamo trattati così? Dov'è la politica? Al volantinaggio e al sit in invitiamo anche il sindaco Petrangeli e l'assessore ai Trasporti Carlo Ubertini: unitevi allo stato di agitazione. Mi chiedo, il tavolo permanente sul trasporto pubblico di Rieti che fine ha fatto?». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA