Rieti, uno rubava benzina,
un altro i soldi: dipendenti
infedeli cacciati dall'Asm

Sabato 6 Febbraio 2016
RIETI - Sorpreso a rubare gasolio nell’impianto di Casapenta e licenziato in tronco: è la sorte toccata nei giorni scorsi a un operaio Asm, dopo che per effetto di una serie di indagini condotte dall’azienda sono emersi almeno tre episodi sospetti a suo carico.

L’operaio, residente in un paese della Sabina, durante il turno di lavoro, con una tanica celata in un sacco, avrebbe prelevato di nascosto gasolio dal serbatoio di camion e mezzi parcheggiati nel piazzale di Casapenta per poi portarselo a casa.

Tra novembre e dicembre avrebbe messo a segno almeno tre colpi, utilizzando una tanica di 30 litri: ai prezzi alla pompa parliamo di un valore di circa 35 euro. Molto più salato il conto presentato dall’Asm all’operaio: è stato licenziato per giusta causa e senza preavviso, con effetto immediato.

Stessa sorte è toccata as un amministrativo che non versava all’azienda i soldi delle gite effettuate con i bus gran turismo.

TUTTI I PARTICOLARI NELL'EDIZIONE
DE IL MESSAGGERO DI RIETI
IN EDICOLA DOMENICA 7 FEBBRAIO

  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Mi metti il codice?». Quel sottile piacere di bloccare tutte le app

di Raffaella Troili