Rieti, in arrivo nuovi agenti
di polizia penitenziaria

Martedì 16 Luglio 2019
Carcere di Vazia
RIETI - Il Governo ed il Ministero della Giustizia danno il via all’assunzione di nuovi agenti di Polizia penitenziaria, di cui 1162 operativi dal prossimo giuramento degli allievi del 175mo corso, che avverrà il 31 luglio, e altri 1300 in via di assunzione su tutto il territorio nazionale.

"Il Provveditorato dell’amministrazione penitenziaria di Roma - spiega una nota del parlamentare reatino del M5S, Gabriele Lorenzoni - disporrà quindi di 174 nuovi agenti con funzioni di sorveglianza  e di questi  8 verranno integrati nella struttura di Rieti, ripartiti in 5 uomini e 3 donne. Questa misura rappresenta un primo passo verso l’adeguamento numerico dell’organico penitenziario che si trova spesso sottodimensionato rispetto al numero dei detenuti. È notizia recente, infatti, l’episodio relativo ad un detenuto della struttura reatina che ha prima aggredito un compagno di cella ed ha poi tentato il suicidio e dato fuoco alla stessa. Una tragedia sventata grazie all’intervento tempestivo del personale in servizio, che ha però lamentato un’insufficienza di personale ed evidenziato la necessità di un’integrazione delle forze di sorveglianza. Tali assunzioni rappresentano quindi una boccata di ossigeno che l'amministrazione penitenziaria aspettava da tempo, e anche questo è frutto del lavoro del Governo del Cambiamento fatto nella legge di bilancio. Un trattamento penitenziario più efficace implementa una maggior possibilità di recupero dei condannati e una riduzione del rischio di reiterazione dei reati ad opera  degli stessi, con una maggiore sicurezza per i cittadini". © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’asse Ficcardi–Cacciatore, la coppia che punta l’indice

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma