Rieti, identificati e denunciati gli autori dell'aggressione al pescatore al lago di Paterno

Mercoledì 15 Luglio 2020

RIETI - Domenica scorsa, una tranquilla serata di pesca sportiva si è conclusa all’Ospedale di Rieti in compagnia dei Carabinieri.

E’ quello che è successo nel cuore della notte, poco prima dell’una, quando gli uomini dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Cittaducale, sono intervenuti presso il Lago di Paterno, nel comune di Castel Sant’Angelo, ove un uomo aveva denunciato di essere stato poco prima, violentemente aggredito da due ragazzi fuggiti a bordo di una Fiat Panda di colore chiaro.

La vittima, che non ha saputo fornire chiare indicazioni circa i suoi aggressori, soccorsa dal 118, da subito è apparsa non in buone condizioni ed è stata ricoverata d’urgenza presso l’ospedale di Rieti per numerose fratture al volto che hanno interessato un occhio, uno zigomo e la mascella.

Alcuni testimoni, attirati dalle grida, e lo stesso ferito, sentiti dai Carabinieri nell’immediatezza dei fatti, avevano da subito parlato di due ragazzi che, dopo una lite avuta con il malcapitato per questioni legate alla pesca, dopo averlo colpito, si erano dati alla fuga.

© RIPRODUZIONE RISERVATA