Il ritorno allo stadio del Rieti coincide con la presenza di Riccardo Curci in panchina: un déjà vu

Domenica 11 Aprile 2021 di Marco Ferroni
Riccardo Curci in panchina (foto Meloccaro)

RIETI - Tra ritorni e prime volte, la sfida tra Rieti e Real Giulianova, prima del calcio d'inizio, propone tanti simpatici spunti di colore. A cominciare dalla presenza del presidente Riccardo Curci in panchina al fianco di Raffaele Battisti e il suo vice Lorenzo Pezzotti.

Una "triade" tutta reatina, come non si vedeva da tanto tempo. Una primizia che non può passare di certo inosservata, visto che l'abitudine di seguire la gara da bordo campo, Curci ce l'ha sempre avuta, almeno fino alla stagione che coincise con la promozione in serie C. Un po' amuleto, un po' per vicinanza, ma dopo tanti silenzi e altrettanti contrattempi, ritrovarlo a fianco della "sua" squadra fa enormemente piacere. Un segnale di ritorno alla normalità che verrà apprezzato senz'altro anche dai tifosi, assiepati sulla collinetta che sovrasta la curva nord.

Una nuova "prima volta" anche per Raffaele Battisti che mancava dallo "Scopigno" esattamente da quasi tre anni, ovvero da quel Rieti-Lupa Roma (2-2) del 6 maggio 2018, giorno della festa-promozione. Quella volta Carmine Parlato gli lasciò le luci della ribalta per esaltare un vice sicuramente presente nelle dinamiche di spogliatoio, un valore aggiunto di assoluta importanza visto che Battisti la maglia del Rieti l'ha difesa anche da calciatore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA