Rieti, coronavirus, chiusa da due mesi
l'unica filiale bancaria a Forano
e bancomat a singhiozzo:
sindaco ne chiede riapertura

Rieti, coronavirus, chiusa da due mesi l'unica filiale bancaria a Forano e bancomat a singhiozzo: sindaco ne chiede riapertura
di Samuele Annibaldi
2 Minuti di Lettura
Sabato 16 Maggio 2020, 18:19

RIETI - Chiede la riapertura dell’unica filiale bancaria presente a Forano il sindaco Marco Cortella dove peraltro è attivo, oltre i conti dei risparmiatori, il servizio Tesoreria del Comune. Una filiale che faceva servizio cassa due giorni la settimana (lunedì e giovedì) e col bancomat che non sempre funziona. Ha scritto ai vertici aziendali il primo cittadino per chiederne una riapertura ora che il ridimensionamento orario, causa emergenza sanitaria che ha investito anche altre realtà bancarie di zona, potrebbe essere rivisto trattandosi di servizi alla cittadinanza.
 
Banca chiusa da due mesi
 

«Una banca chiusa da due mesi - spiega il sindaco Marco Cortella -  siamo ormai condizionati e relegati, come piccole comunità, a subire le decisioni più mortificanti; in alcuni casi da enti sovracomunali, in altri da gestori di servizi energetici e di rete e quando, come in questo caso, dai gestori e proprietari di servizi bancari, che ancorché in un momento come questo di emergenza, dovrebbero al contrario assistere e supportare la cittadinanza. La nostra agenzia bancaria di Forano, è ormai chiusa da più di due mesi ed anche lo sportello bancomat è stato ed è spesso non funzionante. Quando parlo di mortificazione, mi riferisco proprio all'indifferenza dell'istituto nel regolare un'organizzazione, ancorché emergenziale, ma al contempo vicina ai cittadini. Ho scritto una nota ai vertici, al fine di invitarli a riaprire come era ordinariamente, sia l'agenzia, che il servizio cassa il lunedì e giovedì e rendere ordinariamente funzionante il bancomat. La direzione dell'agenzia di Forano è la medesima della filiale di Stimigliano, che è stata sempre operativa anche se su appuntamento».
 
L’appello del sindaco

Il sindaco di Forano ha invitato i vertici aziendali a organizzarsi, affinché dimostrino una vicinanza nei confronti dei cittadini di Forano e non. «Capite bene che stiamo parlando di un'azienda privata – scrive il sindaco Cortella alla cittadinanza - quindi, forse, non suscettibile alle decisioni ed istanze dell'amministrazione comunale, sebbene avrebbe l'onere di ascoltarla. Se avessero deciso di chiudere c'è lo dicessero apertamente, anche perché, se questo è il futuro dell'agenzia bancaria di Forano, i nostri concittadini sarebbero nel pieno diritto di rivolgersi ad altri istituti, che possano supportarli ed aiutarli nell'espletare i loro servizi ed adempimenti». In ultima istanza il sindaco ha chiesto  che venisse installato un moderno bancomat, al posto di quello vecchio, che facesse svolgere tutti i servizi bancari, compreso prelevamenti e versamenti di assegni e contanti come ce ne sono già in molti altri istituti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA