Rieti, ondata di piena, allagata la piana: case sgomberate, viabilità interrotta, allevamenti a rischio

Rieti, ondata di piena, allagata la piana: case sgomberate, viabilità interrotta
4 Minuti di Lettura
Martedì 26 Gennaio 2021, 16:30 - Ultimo aggiornamento: 22:17

Allarme per gli allagamenti nella Piana di Rieti dove sono state sgomberate alcune abitazioni. Inagibile anche il Centro appenninico, distaccamento dell'Università di Perugia. La situazione in continua evoluzione. L'ondata di piena prevista in tarda mattinata non è ancora terminata. Il primo bilancio dei danni è pesante: numerose famiglie sono state evacuate, molte strade sono impraticabili e così alcuni ponti. In gravi difficoltà le aziende agricole e gli allevamenti di bestiame.

 

L'aggiornamento delle 17.30

La situazione degli allagamenti nel territorio del Comune di Rieti rimane seria nelle zone a ridosso del fiume Turano. Proseguono senza sosta gli interventi e l’opera di monitoraggio di varie squadre di Protezione Civile sul territorio (in questo momento 7).

Secondo quanto comunicato al Comune di Rieti dal Dipartimento di Protezione Civile della Regione Lazio, il gestore della diga del Turano continuerà a rilasciare 75 metri cubi al secondo d’acqua per le prossime ore determinando, quindi, un possibile peggioramento delle condizioni nelle zone già interessate dagli allagamenti.

Al momento, a scopo precauzionale, 6 famiglie sono state invitate a lasciare le proprie abitazioni. Sempre in via precauzionale, restano sul posto in monitoraggio squadre della Protezione Civile su via Votone, via Pistignano, Fonte Cottorella, e la zona intorno a Ponte Turano. Altre si stanno preparando per la notte.

Il Comune di Rieti si è già attivato per predisporre, nell’eventualità fosse necessario, un’ordinanza di evacuazione per le vie più interessate dagli allagamenti. La decisione eventualmente sarà assunta nelle prossime ore di concerto con i Vigili del Fuoco. Il Comune, in accordo con la Protezione Civile della Regione Lazio, ha già previsto anche l’eventuale procedura di evacuazione di soggetti positivi al Covid19 o comunque in isolamento.

Il Centro Operativo Comunale, alla presenza degli amministratori locali, rimane pienamente operativo e in contatto costante con i Vigili del Fuoco, Dipartimento di Protezione Civile, Prefettura di Rieti e forze dell’Ordine. E’ possibile contattare i numeri 0746287285 e 0746287215.

Mentre prosegue ancora il rilascio delle acque dalla diga del lago Turano - iniziativa che non ha mancato di sollevare polemiche - le acque sembrano avere trovato sfogo lungo la valle del Turano con grandi afflussi di acqua concentrati nell'area circostante il bivio per Magnalardo.

Uno sfogo che ha creato poi ingrossamenti a Fonte Cottorella e le aree urbane nei dintorni di via Pistignano. In queste zone considerate a rischio rimane costante e continuo il pattugliamento e il presidio da parte delle forze dell'ordine e dei vigili del fuoco mentre gli organi della Regione sono in continuo contatto con Erg, gestore della diga per un continuo monitoraggio ora dopo ora della criticità. Previsto un altro vertice presso il Centro operativo comunale di Rieti.   

L'aggiornamento delle 21

Permane la situazione di criticità legata agli allagamenti lungo il corso del fiume Turano. Il Centro operativo comunale, in costante contatto con i Vigili del Fuoco, il Dipartimento di Protezione civile della Regione Lazio, la Prefettura e le forze dell’ordine, sta coordinando il lavoro delle squadre di Protezione civile impegnate sul territorio. Nelle ore notturne proseguirà il monitoraggio, in particolare su alcune situazioni come il ponte Turano e via Tancia, la zona di Fonte Cottorella, via Pantane e la sede del 118.

Nelle ultime ore, le squadre di Protezione civile hanno proseguito negli interventi di supporto alla popolazione interessata e di osservazione dell’evoluzione degli allagamenti. Inoltre, il Coc, a seguito di alcune segnalazioni di mancanza di energia elettrica, ha provveduto ad informare ed attivare i gestori.

Il Centro operativo comunale risponde ai numeri 0746287285 e 0746287215.

© RIPRODUZIONE RISERVATA