COVID

Teatro delle Condizioni Avverse: "Minotauro", domenica il teatro in streaming su facebook

Venerdì 6 Novembre 2020 di Fabiana Battisti

RIETI - A Poggio Mirteto si sta per concludere la Residenza Artistica dell'attore Andrea Perotti, il suo "Studio sul Minotauro" andrà in scena domenica 8 novembre alle 18.00. Ma i teatri non sono stati chiusi dall'ultimo Dpcm? Sì, ma le piattaforme streaming no e non c'è da perdersi d'animo. Senza limiti di posti e alla giusta distanza sarà possibile vivere la performance comodamente da casa e in sicurezza sulla pagina Facebook del Teatro delle Condizioni Avverse, diretto da Elisa Maurizi.


Tutto ormai è fruibile e recuperabile online in ogni momento della giornata e perché no, anche la catarsi teatrale può essere sperimentata attraverso il digitale. Provare per credere.

Spettacolo

Mino è un giovane dj, confinato nella sua stanza in cerca di ispirazione per il brano perfetto.
Incastrato fra i ritmi ossessivi della sua loop station e le domande incalzanti di un analista che lo segue tutti i giorni via streaming, Mino scappa da qualcosa che lo insegue fra i ricordi e i sogni che lo tormentano ogni notte. 
Ripercorrendo il filo rosso delle sue giornate e dei momenti più significativi della sua vita, Il giovane scenderà nel gorgo della sua coscienza, fino a perdersi nel "labirinto".


«Dal momento in cui iniziamo ad analizzare la condizione attuale delle nuove generazioni, inclusa la nostra, ci sono determinate tematiche che più frequentemente risuonano nelle nostre riflessioni, come ad esempio: l’omologazione, il senso di inadeguatezza, la perdita di contatto con il reale, la paura di connettersi veramente agli altri e la conseguente incapacità di distinguere l’immagine dall’essere. - dichiara Andrea Perotti - 
Ispirato al "Minotauro" di Dürrenmatt, lo studio si propone di raccontare la giornata solitaria di un uomo mediocre continuamente in fuga da sé stesso».

La Residenza prevede il tutoraggio artistico di Lidia Di Girolamo, la collaborazione tecnica di Tommaso Burbuglini e di Ivo Randaccio, il ruolo di facilitatore territoriale di Daysi Locatelli, il responsabile tecnico di sala Alessio Dantignana, con il contributo alla drammaturgia di Emilia Agnesa. Idea e soggetto Cromo - collettivo artistico.

Le attività della Residenza Multidisciplinare della Bassa Sabina TerrArte 2020 sono svolte in attuazione dell’Intesa triennale MiBact e Regione Lazio in attuazione dell’art. 43 “Residenze” del D.M. 27 luglio 2017, relativa alle Residenze artistiche per il triennio 2018-2020.

© RIPRODUZIONE RISERVATA