Scuola, lezioni a rischio fino al 4 tra super-ponte del primo maggio e scioperi

Lunedì 16 Aprile 2018
6
Primo maggio, scuole chiuse già dal 30 aprile: ecco dove si farà ponte
Il ponte del primo maggio per le scuole rischia di diventare lunghissimo. Sebbene il 25 aprile, cadendo di mercoledì, vede difficile ipotizzare un ponte, con annessa chiusura delle scuole per più di un giorno, il primo maggio invece è proprio ciò che si aspetta. Infatti la festa del lavoro farà stare a casa in tanti un giorno in più, arrivando strategicamente di martedì. Molte sono le scuole che hanno deciso di graziare i propri studenti, annunciando la chiusura del lunedì per il ponte. Ma prima di festeggiare, ricordiamo che non è detto che ogni regione abbia stabilito la chiusura delle scuole: Skuola.net propone quindi le lista delle regioni le cui scuole resteranno chiuse.

Ponte primo maggio 2018: tutte le regioni con le scuole chiuse. Spesso la decisione sull'adesione al ponte è presa direttamente dalle regioni. Ecco dove i ragazzi avranno ponte, con scuole chiuse sia lunedì 30 aprile che martedì primo maggio 2018, secondo il calendario scolastico regionale: Piemonte; Friuli Venezia Giulia; Lazio; Liguria; Marche; Trentino Alto Adige; Basilicata; Calabria; Puglia; Molise; Abruzzo; Campania; Umbria.

Le scuole delle regioni non citate possono comunque decidere in autonomia di restare chiuse il 30 aprile. Infatti, dopo le disposizioni regionali, ogni istituto ha comunque un minimo di libertà di manovra, grazie all’autonomia scolastica. L’importante, è che si assicurino i giorni di lezione minimi per la validità dell’anno scolastico.

Lo sciopero del 2 e del 3 maggio È stato indetto uno sciopero della scuola dalle organizzazioni deli insegnanti Anief e Saese, che potrebbe prolungare il ponte del primo maggio 2018 fino al 4 maggio. Se le lezioni saltassero, gli studenti rimarrebbero quindi a casa per quasi una settimana.

Infine la Liguria ha indicato come date di chiusura extra il 23 e il 24 aprile (non collegando, quindi, le due festività). Questo vuol dire che, in caso di maxi ponte, saranno le singole scuole a decidere secondo l'autonomia scolastica: per scoprire quanti giorni gli studenti rimarranno a casa, si dovrà quindi attendere la comunicazione da parte degli istituti.

  Ultimo aggiornamento: 17 Aprile, 21:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il senso del Papa al Messaggero

Colloquio di Virman Cusenza e Alvaro Moretti