Legge di Stabilità, tasse sulla casa congelate anche nel 2015

Sabato 13 Dicembre 2014

Le aliquote Imu e Tasi saranno congelate anche nel 2015, come previsto per quest'anno. È quanto prevede un emendamento alla legge di stabilità del governo, che punta a evitare l'incremento delle tasse sulla casa.

Proseguono dunque le votazioni, iniziate ieri, che però si concentrano sugli emendamenti destinati a non essere approvati. Il governo, da parte sua, ha presentato questa mattina un pacchetto di emendamenti, che però saranno all'esame della commissione solo a partire da lunedì.

Casa. La modifica sulle tasse sulla casa è contenuta nel pacchetto che il governo avrebbe presentato in commissione Bilancio al Senato.

Il gioco. In arrivo novità anche sul fronte dei giochi. Con due emendamenti il governo dispone l'anticipazione al 2015, della gara del lotto e lo stop all'aumento del Preu con la contestuale riduzione dell'aggio. Le entrate stimate sono nel primo caso 350 milioni il primo anno (circa750 in 4 anni) e 380 nel secondo, per un totale in 2015 di 730 milioni.

Il canone Rai sarà congelato nel 2015; i contribuenti quindi dovranno pagare lo stesso importo versato quest'anno. Tra le proposte di modifica presentate dal governo alla legge di stabilità c'è un emendamento che lascia invariato il costo.

Scuola. Esclusione delle spese per l'edilizia scolastica fuori dal patto di stabilità per province e città metropolitane. Lo prevede un emendamento del governo che stanzia per questo obiettivo 100 milioni in due anni. E in arrivo 130 milioni per il personale addetto alle pulizie delle scuole.

Le Regioni Un miliardo alle Regioni per l'allentamento del Patto di stabilità. Lo prevede un emendamento del governo alla manovra, depositato in commissione, che conferma anche per il 2015 «il patto verticale incentivato». La copertura arriva attraverso fondi del Mef.

Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre, 09:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA