Vende su Facebook il vestito da sposa «inutilizzato» e scompare: ostetrica trovata morta

Domenica 5 Agosto 2018 di Alessia Strinati
Vende su Facebook il vestito da sposa «inutilizzato» e scompare: ostetrica trovata morta
Samantha Eastwood, 28enne inglese, dello Staffordshire, aveva messo in vendita un vestito da sposa su Facebook, specificando che era «inutilizzato», poi è scomparsa nel nulla finché non hanno trovato il suo cadavere.

LEGGI ANCHE Pantaloncini «troppo corti», 19enne cacciata dal centro commerciale: «Mi hanno umiliata»

La donna lavorava come ostetrica al Royal Stoke University Hospital, dove è stata vista viva per l'ultima volta dopo aver staccato dal turno di notte, intorno alle 8 del mattino. Samantha ha fatto perdere le sue tracce e gli ultimi momenti della sua vita sono sembrati insoliti a chi la conosceva e frequentava. Prima di uscire dall'ospedale i colleghi l'hanno definita «strana», tanto che non aveva nemmeno comunicato il suo turno successivo; i vicini hanno notato delle cose inconsuete vedendo l'auto parcheggiata diversamente da dove veniva messa di solito, e sentendo anche delle grida provenire dal suo appartamento. A denunciare la scomparsa sono stati poi i familiari che si sono allertati non avendo più notizie di lei.

L'ostetrica da oltre un anno viveva con un uomo poco più grande di lei. Stava per sposarsi, riferiscono i familiari, ma alla fine le cose non sono andate bene e, come riporta anche il Sun, Samantha aveva conosciuto un altro uomo. Da quel momento si sono perse le sue tracce fino a quando non è stata trovata ieri priva di vita. La polizia ha arrestato tre persone ritenute potenziali responsabili della scomparsa e poi della morte dell'ostetrica, pare che tra questi però non ci sia il nuovo compagno della donna. Si continua ad indagare sul caso per capire cosa possa essere successo alla 28enne. 
 
Ultimo aggiornamento: 6 Agosto, 20:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma