Egitto, Fico al Cairo, domani vedrà presidente Al-Sisi: «Verità su Regeni»

di Elena Panarella
Il presidente della Camera, Roberto Fico, è partito ieri sera dall’aeroporto di Fiumicino per il Cairo dove si reca per una visita di due giorni. La terza carica dello Stato, imbarcatasi su un volo di linea dell’Egyptair, incontrerà oggi il presidente della Camera dei Rappresentanti Ali Abdel-Aal Sayed Ahmed. Domani mattina sarà poi ricevuto dal presidente della Repubblica araba d’Egitto, Abdel Fattah Al-Sisi. La visita, sottolineato dallo stesso Fico, avviene su invito del proprio omologo egiziano e «s’inserisce nel percorso di ricerca della verità» sul sequestro, tortura e uccisione di Giulio Regeni dato che «tutte le istituzioni del nostro Paese sono impegnate su questo obiettivo». 

«Sto per partire per Il Cairo - ha scritto il presidente della Camera poco prima di imbarcarsi sul volo Egyptair - Visiterò la sede del Parlamento egiziano e incontrerò il Presidente della Repubblica Al-Sisi. È una visita che ho deciso di fare dopo l’invito da parte del Presidente della Camera dei Rappresentanti del Popolo, Ali Abdel Aal, con cui ho avuto un colloquio nei mesi scorsi a Montecitorio. Questa visita s’inserisce nel percorso di ricerca della verità sul sequestro, sulla tortura e sull’uccisione di Giulio Regeni. Tutte le istituzioni del nostro Paese sono impegnate su questo obiettivo».
Domenica 16 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 17-09-2018 09:22

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2018-09-16 19:49:39
La verità su Regeni non la saprà mai nessuno! Fatto sta che quel ragazzo è stato lasciato solo in un paese arabo che usa correntemente la tortura come tecnica di interrogatorio.
2018-09-16 18:25:56
Ma cera andato anche Gigino ed aveva detto che avrebbe parlato con il presidente del caso Regeni , poi è tornato e qualcuno ha sentito nulla, forse mi sono perso le sue dichiarazioni.
2018-09-16 14:33:15
sono anni che ce prendono in giro .. mo' arrivi tu .. e va beh .. prova ..
2018-09-16 12:57:06
Diciamocelo chiaro: a noi di uno che se l'è andata a cercare, rincorrendo favole comuniste con l'intento si sobillare i sindacati, nun ce po' fregà de meno. Mo te l'ho detto. Di questi italiani ne facciamo volentieri a meno...
2018-09-16 12:53:32
Da come parla, anzi dalle baggianate che dice, si capisce che questo genio della politica internazionale proviene dalla nuova sinistra di letta/Renzi/Gentiloni. Se gli Egiziani avessero avuto interesse a farci conoscere la verità sulla morte di quel ragazzo,lo avrebbero già fatto.
QUICKMAP