Crimea, G8 di Sochi cancellato: il prossimo G7 sarà a Bruxelles a giugno

Lunedì 24 Marzo 2014
11
I leader del G7 riuniti all'Aja

La prossima riunione del G7 si terrà a Bruxelles. La riunione del G8 a Sochi in Russia, dunque, non avrà luogo.

Lo hanno deciso i capi di Stato e di Governo del G7 in risposta alla decisione della Russia di annettere la Crimea. È la prima volta dal 1998 in via formale che la Russia non parteciperà a una riunione con i leader dei sette paesi più industrializzati (dal 1991 partecipava come invitata).

Cameron: «Il G8 non sarà in Russia» Il summit G8 in Russia, previsto quest'anno a Sochi, non ci sarà. Lo aveva già detto nel pomeriggio il primo ministro britannico David Cameron, che aveva sottolineato che è «assolutamente chiaro» che il vertice previsto per il prossimo giugno a Sochi non si svolgerà in conseguenza di quanto avvenuto in Ucraina. Le dichiarazioni del premier britannico arrivano a poche ore dal vertice del G7 che si svolgerà all'Aja per discutere della crisi ucraina.

La risposta della Russia Nessuno può cacciare qualcun altro dal G8: lo ha detto il ministro degli esteri russo Serghiei Lavrov all'Aja, citato da Interfax.

Il ministro ha poi ringraziato i partner dei Brics (Brasile, India, Cina e Sudafrica) per la «comprensione della posizione russa sulla Crimea». Lo riferiscono le agenzie russe dall'Aja riferendo il commento del capo della diplomazia del Cremlino al termine di un incontro avuto in Olanda con i colleghi dei Brics, il primo dopo l'esplosione della crisi ucraina e l'avvio del braccio di ferro con Usa e Ue.

Il G7: «La Russia resterà nel G8» Nonostante le dichiarazioni di Cameron, alcune fonti del G7 prima della riunione dell'Aja riferiscono che c'è «unità» tra i ministri del G7 per «continuare sulla strada delle sanzioni» ma «non vogliamo espellere la Russia dal G8».

Ultimo aggiornamento: 25 Marzo, 11:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Animali in fila dal veterinario, l'attesa diventa una mostra

di Marco Pasqua