Diciotti, il pm: «Sulla nave quasi tutti malati di scabbia»

Giovedì 23 Agosto 2018
14
Nave Diciotti, il pm: «Sulla nave tutti malati di scabbia»
A bordo della nave Diciotti «ho constatato che sono quasi tutti affetti da scabbia. Una realtà devastante». Ma sulla vicenda non c'è nessuno scontro tra la magistratura e la politica. «Assolutamente no. Per fare un'ispezione era tecnicamente necessaria l' apertura del fascicolo per sequestro di persona e arresto illegale.

LEGGI ANCHE Nave Diciotti, i minori lasciano il Porto di Catania scortati dalla Guardia di Finanza

Ma la valutazione tecnico giuridica e l'individuazione degli eventuali responsabili è complessa e mi riservo ogni ulteriore decisione da adottare dopo le indagini che ho delegato alla Guardia costiera». Lo dice, intervistato dal 'Corriere della Serà. il procuratore capo di Agrigento, Luigi Patronaggio.

«La politica e l'alta amministrazione sono libere di prendere le scelte che ritengono opportune. Alla magistratura resta la valutazione giuridica di quanto avviene, su sfere e ambiti diversi - spiega - Ovviamente qualsiasi limitazione della libertà personale deve fare i conti con norme e regole della Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo, della Costituzione, del Codice penale e del Codice di procedura penale. Non si scappa».

«Io non posso interferire nelle scelte operative dei ministri anche perché eventuali valutazioni penali sarebbero di competenza del Tribunale dai ministri - chiarisce ancora Patronaggio - Quindi, nessuna interferenza nei confronti della politica».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Botte per buttare i sacchetti e le dispute rabbiose sul web

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma