Padova, multe dell'autovelox annullate: ex comandante vigili pagherà 800mila euro

Mercoledì 5 Settembre 2018
6
Padova, multe dell'autovelox annullate: ex comandante vigili pagherà 800mila euro
L’ex comandante dei vigili di Padova, Antonio Paolocci, 57 anni, dovrà versare 800mila euro a titolo di risarcimento per danno erariale per aver sospeso la riscossione delle multe fatte da un autovelox. Non c'erano infatti «fondate ragioni giuridiche», secondo la Corte dei conti del Veneto, in base alla quale il comune veneto, attraverso la Polizia municipale, dovesse sospendere la riscossione delle sanzioni relative all’eccesso di velocità riscontrato dai nuovi autovelox installati nell’autunno del 2014 lungo la tangenziale. Lo scrive Il Gazzettino. La Corte, presieduta da Guido Carlino, ha condannato anche l’ex vicecomandante, Maria Luisa Ferretti, riconoscendole però un ruolo marginale e imponendole di versare soltanto 10 mila euro all’amministrazione. 

La vicenda risale al novembre del 2014 quando dopo un periodo di “sperimentazione” il comune di Padova, sotto la guida dell’allora sindaco Massimo Bitonci, oggi sottosegretario all’Economia, aveva deciso di attivare l'autovelox, gestito dalla società Aps holding (controllata dalla stessa amministrazione). Il successivo 9 dicembre il sistema di rilevazione della velocità fu revocato e furono cancellate tutte le violazioni (circa 70mila) riscontrate nei circa 40 giorni precedenti. La revoca del servizio ordinario, scrive ancora il Gazzettino, fu firmata dalla Ferretti, ma la Corte dei conti ha accertato che fu Paolocci a volere quel provvedimento e a farlo firmare alla vice, nonostante fosse già cessata dall’incarico. L’allora comandante della Polizia municipale si è difeso negando la sussistenza di alcun danno per le casse del Comune e che il sistema di autovelox era viziato da numerose irregolarità. Ma i giudici amministrativi lo hanno invece condannato al mega-risarcimento. 



  Ultimo aggiornamento: 6 Settembre, 15:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Chiamare il 112 svedese e scoprire che è peggio di quello di Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma