Napoli, gioielliere ritrovato morto nel suo negozio

Martedì 9 Maggio 2017 di Ferdinando Bocchetti

Un gioielliere è stato ritrovato senza vita nel suo negozio nel cuore di Marano, nella centralissima via Merolla. Il corpo del'uomo, Salvatore Gala, 43 anni, è stato scoperto questa mattina all'interno della sua gioielleria. Gala non era rientrato a casa la scorsa notte e la madre, insospettita, ha allertato le forze dell'ordine.
Sul posto sono giunti i carabinieri della compagnia di Marano e della compagnia di Giugliano in Campania. Indagini su tutte le piste, dal suicidio all'omicidio. Dai primi esami esterni, verosimilmente Gala è deceduto nella serata di ieri. La cassaforte è stata ritrovata vuota. A scoprire il cadavere un vicino di negozio, poi sono entrate la madre e la sorella della vittima. 
 

 

L'omicidio sarebbe avvenuto verosimilmente all'orario di chiusura. I Carabinieri giunti sul posto hanno trovato la porta d'ingresso del negozio chiusa ma la serranda ancora alzata. Il corpo del 43enne è stato trovato riverso a terra in un lago di sangue. E' stato trovato un proiettile: l'uomo è stato ucciso con un colpo d'arma da fuoco perché presenta un foro alla testa. La cassaforte all'interno della gioielleria è stata trovata aperta e vuota, particolare che avvalora l'ipotesi di una rapina, ma non sono escluse altre piste. La vittima potrebbe aver conosciuto il suo assassino, poiché gli avrebbe aperto la porta del negozio. 

Ad ogni modo s'indaga sulla vita di Gala, noto a Marano come Maurizio. La vittima, residente a Qualiano, era divorziato e ha una figlia. Potrebbe trattarsi di un regolamento di conti con rapina simulata, ma la vicenda è ancora al vaglio degli investigatori. Sul posto il magistrato del tribunale di Napoli Nord Simone De Roxas. Molto si potrà capire dalla telecamera posizionata all'esterno del suo negozio. La Scientifica è al lavoro.
 

Ultimo aggiornamento: 10 Maggio, 12:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA