Chiara Corbella non curò il cancro per far nascere il figlio: nuova santa per Roma, verso la beatificazione

Giovedì 19 Luglio 2018
La famiglia di Chiara Corbella

A sei anni dalla morte di Chiara Corbella Petrillo, la diocesi di Roma ha fatto il primo passo verso la sua beatificazione. La giovane donna è morta a soli 28 anni il 13 giugno 2012 dopo aver rifiutato le cure di un tumore per portare avanti una gravidanza.

Sposata con Enrico Petrillo il 21 settembre 2008, durante la terza gravidanza - ricorda Vatican News -, le fu diagnosticato un tumore. Le eventuali cure avrebbero avuto conseguenze mortali sul nascituro ma decise invece di portare a compimento la gravidanza.

Chiara era già stata madre, anche se per poche ore, di due bimbi Maria e Davide nati con gravi malformazioni ma fortemente voluti. Ora la Chiesa di Roma ha aperto il processo di beatificazione.

Ultimo aggiornamento: 20 Luglio, 19:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Voti e pagelle, famiglie in tilt: «Ma con 5,78 passi lo stesso?»

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma