Bari, rapinarono e violentarono un'anziana: 9 anni al fratello dell'ex badante

Martedì 6 Giugno 2017
7
La Corte di Appello di Bari ha confermato tre condanne, riducendo lievemente le pene inflitte in primo grado, per altrettanti imputati di nazionalità rumena accusati di rapina aggravata, lesioni personali e violenza sessuale ai danni di una anziana signora, aggredita e seviziata nella sua casa in provincia di Bari nell'agosto 2015. In particolare i giudici hanno condannato il 76enne Flavius Daniel Tara Lunga alla pena di 9 anni di reclusione, il 41enne Ovidius Flavius Daniel Lacatus alla pena di 5 anni e 5 mesi, il 37enne Benone Lautaru alla pena di 3 anni e 8 mesi di reclusione.

I fatti risalgono alla notte fra il 17 e il 18 agosto 2015. Stando alle indagini della Polizia i tre uomini si sarebbero introdotti nell'abitazione della donna, una 70enne di origini olandesi, attraverso una finestra sulla veranda. Con i volti coperti da calzamaglia avrebbero aggredito l'anziana signora alle spalle, mentre era seduta in poltrona, davanti alla televisione. L'avrebbero presa a pugni, torturata con una pistola elettrica, legata mani e piedi.

Tara Lunga, mentre i complici mettevano a soqquadro l'abitazione portando via un televisore e 100 euro, avrebbe trascinato la donna in camera da letto violentandola. Alla loro identificazione gli investigatori sono risaliti perché la donna aveva riconosciuto la voce di uno dei tre, fratello dell'ex badante del suo defunto marito.
Ultimo aggiornamento: 7 Giugno, 19:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’incubo di vivere per 34 ore sulla barella al pronto soccorso

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma