Tav, Toninelli: l'opera va ridiscussa, contratto di governo chiaro

Venerdì 11 Gennaio 2019
3
Tav, Toninelli: l'opera va ridiscussa, contratto di governo chiaro

Nel contratto di governo «c'è scritto 'ridiscutere integralmente la Tav': è quello che stiamo facendo e per la prima volta con consapevolezza». E il contratto, ha sottolineato, «vincola le due forze di governo anche diverse tra loro». Lo dice chiaro e tondo il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli, ospite di Agorà su Rai3.

LEGGI ANCHE Referendum Tav, scontro frontale Lega-M5S

L'analisi costi-benefici sulla Tav «è arrivata come bozza. La stiamo vagliando», ha ribadito . Quando arriverà la risposta definitiva? «A fine gennaio penso che potrò avere l'analisi completa».

«Sono stanco di essere contestato su delle opinioni», bisogna guardare «i numeri» delle analisi sulle opere, anche sulla Tav, ha detto. E quando gli è stato fatto notare che c'è chi dice che in commissione ci sono solo tecnici no Tav, ha risposto: «Chi lo dice è ignorante».

Il ministro tocca anche il tema migranti. «Se non c'era il sottoscritto, la Lega non faceva niente, se io e Salvini non agivamo contemporaneamente: io sono responsabile della sicurezza della navigazione fino all'attracco dell'imbarcazione al porto, lui è responsabile dopo, per lo sbarco e l'ordine pubblico».

«Nel 2018, solo grazie a sette mesi del governo del cambiamento, meno 90% di sbarchi in Italia, sa cosa significa, quanti morti in meno?». Dunque, «se queste due politiche, questi due elementi non si integravano non c'era questo -90%. È grazie al buon lavoro di due forze politiche chiare, coerenti, fatto insieme, che si portano a casa i risultati», ha concluso il ministro.

Ultimo aggiornamento: 18:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

A Roma l'invasione dei tik tokers: ecco chi sono i nuovi idoli degli under 18

di Veronica Cursi