Pubblica amministrazione, Brunetta punta alla meritocrazia e alla digitalizzazione: «Concorsi in 100 giorni»

Pubblica amministrazione, Brunetta punta alla meritocrazia e alla digitalizzazione: «Concorsi in 100 giorni»
2 Minuti di Lettura

Meritocrazia, formazione, qualità e digitalizzazione per snellire le procedure. Dà le linee guida al Caffè della domenica su radio24, il ministro della Pubblica amministrazione Renato Brunetta per i "nuovi" concorsi.  «Occorrerà sempre di più mettere al centro il merito, la formazione e la qualità la disponibilità ad apprendere, non sempre è stato così. I concorsi sono stati sempre troppo lunghi in Italia, con una durata media di 4-5 anni. Faremo concorsi semplificati, mai più carta e penna, tutto digitale e in 100 giorni, per consentire di fare 2-3 concorsi l'anno in ragione delle loro esigenze e con posizioni certe». Così il ministro Renato Brunetta parla ai microfoni di radio24 sottolineando che i concorsi non saranno più «piatto ricco mi ci ficco», con «molti giovani che hanno fatto i concorsisti di mestiere».

Ma il ministro spiega su twitter: «Non ce l'ho con i giovani, ma con la cattiva classe politica e la cattiva classe sindacale. I nostri giovani sono vittime di clientele e messaggi culturali sbagliati. No a queste derive».

Domenica 9 Maggio 2021, 10:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA