LUIGI DI MAIO

Mercatone Uno fallita, sfida Salvini-Di Maio sui 1.800 dipendenti da salvare

Sabato 25 Maggio 2019
3
Matteo Salvini e Luigi Di Maio
Matteo Salvini e Luigi Di Maio, in pieno silenzio elettorale alla vigila del voto europeo di domani, riescono a entrare in competizione perfino sulla sorte dei 1.800 dipendenti della "Mercatone Uno" che hanno scoperto sui social di essere stati licenziati.

A bruciare sul tempo Di Maio è stato Salvini che pur non avendo alcuna delega al riguardo (é ministro dell'Interno), ha subito difuso una nota:«Mi impegnerò personalmente incontrando sindacati, lavoratori, fornitori e proprietà, non si possono lasciare dipendenti a casa senza rispettare gli impegni presi. Anche su questo la nuova Europa che nascerà domani dovrà essere più forte nel difendere il lavoro».

Poco dopo è intervenuto Di Maio che lui, questa volta, ha ruolo e competenze che non a caso ricorda immediatamente: 
«Da ministro del Lavoro non posso che essere preoccupato per la notizia della chiusura dei punti vendita Mercatone Uno in tutta Italia a causa del fallimento della Shernon Holding Srl. Ma non basta.

Non è possibile che 1800 lavoratrici e lavoratori, oggi, in Italia, si ritrovino senza lavoro dal giorno alla notte e siano costretti a scoprirlo da un passaparola tra colleghi
». E aggiunge, facendo capire, come è ormai chiaro da giorni, che nonostante la guerra senza quartiere tra Lega e 5Stelle, da lunedì il governo dovrebbe andare avanti: «Anche per questo ho deciso di anticipare a dopodomani, lunedì 27 maggio, il tavolo che servirà prima di tutto a salvaguardare i posti di lavoro dei dipendenti di Mercatone Uno, ma anche a fare chiarezza sulla responsabilità della proprietà nella loro gestione. Su questo mi aspetto responsabilità e collaborazione da parte di tutti. Do quindi appuntamento a tutti al tavolo ministeriale di lunedì». E lunedì si conoscerà la sorte del governo giallo-verde. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Eeeee Macarena!»: la foto che mostra quanto è complicato vivere a Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma